Hp continua a fare shopping: nel mirino c'è ArcSight

BUSINESS

Dopo 3Par l'azienda prova a contrastare l'avanzata di Intel sul fronte della security a seguito dell'acquisizione di McAfee. Sul piatto 1,5 miliardi di dollari

di Patrizia Licata
Seconda acquisizione per Hp dopo la partenza di Mike Hurd: dopo 3Par, ora sarebbe la volta di ArcSight, una società attiva nel ramo della software security. L’operazione, secondo il Financial Times, potrebbe essere conclusa per una somma vicina agli 1,5 miliardi di dollari in contanti (più del valore della capitalizzazione di mercato di ArcSight, stimato a 1,21 miliardi). L’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Gli analisti vedono nell’affare un altro segno del consolidamento in atto nel mercato del software per la sicurezza, dopo l’acquisizione di McAfee da parte di Intel (6,8 milioni di dollari) e quella di VeriSign da parte di Symantec, mentre per Hp l’accordo con ArcSight completa un preciso piano strategico: dopo lo storage di 3Par, il gruppo americano, che ha di recente acquisito anche Palm e 3Com, si espande ulteriormente oltre il business dei personal computer e delle stampanti, investendo nelle tecnologie di sicurezza It e di protezione delle reti.

Da alcune settimane sul mercato, ArcSight è un pesce piccolo rispetto a McAfee, con un fatturato di circa 181 milioni di dollari, ma ha attratto l’interesse di diverse grandi aziende tecnologiche. Specializzata in soluzioni di sicurezza per società finanziarie e agenzie governative, ArcSight è stata fondata da Hugh Njemanze, attuale chief technology officer, è quotata in Borsa dal 2008 e conta più di 1.000 clienti. 

13 Settembre 2010