Ex Eutelia, tavolo il 5 ottobre. Sindacati pronti a scendere in piazza

LA VERTENZA

La decisione presa al termina dell'incontro di stamani tra lavoratori e governo. Spezia (Cgil): "Saranno presenti anche le Regioni. Decisivi i loro investimenti in IT"

di Enzo Lima
Un nuovo tavolo per la vertenza Agile (ex Eutelia). A comunicarlo la segretaria nazionale della Fiom-Cgil al termine dell’incontro che si è tenuto stamattina al ministero dello Sviluppo economico. “La riunione – ha chiarito Lauria Spezia – si è conclusa con la 'presa di impegni da parte del governo e con la messa in piedi di un tavolo tecnico, anche con le regioni, che entro il giro di due settimane dovrà produrre dei risultati''. L'aggiornamento, con la riconvocazione delle parti, è stata fissata al 5 ottobre.

“C’e' stato un passo avanti nel senso degli impegni presi, però noi misuriamo i risultati” – ha aggiunto il coordinatore nazionale della Fiom-Cgil, Fabrizio Potetti -. Quindi potrebbe essere possibile un'iniziativa nazionale significativa, una manifestazione per fare pressione". Manifestazione che verrebbe organizzata in concomitanza con il nuovo tavolo.

In particolare, il tavolo oltre a 'verificare i nodi attraverso cui Agile può mantenere il lavoro dovrà - ha ricordato la Spezia  - far emergere ''quali sono gli investimenti in information technology che le regioni vogliono fare'' visto che ''le regioni non possono stare lì a fare il pesce nel barile''.

Intanto il governo si è impegnato a far sì che ''si sblocchi il fondo di garanzia'', ''a verificare la possibilità di partecipare ai bandi pubblici'', per un'azienda come Agile. Se infatti, ha spiegato Spezia, da una parte ''i bandi pubblici non sarebbero aperti alla aziende insolventi, è però anche vero che l'Agile e' in amministrazione straordinaria e c'è quindi l'obiettivo di far lavorare''. Un altro punto della discussione ha riguardato la partecipazioni delle Regioni che, ha evidenziato, ''a partire da oggi siederanno stabilmente al tavolo''.

Per la Uilm l'incontro di oggi è stato ultile "se non altro perchè i temi sollecitati alla presidenza del Consiglio sono stati discussi e approfonditi, ovviamente rimangono forti le preoccupazioni relative al possibile rimpiego su numeri importanti dei lavoratori Agile''.

13 Settembre 2010