Siemens investe 500 milioni nello spin-off di Sis

MERCATO

Via alla ristrutturazione: tre business unit dalle precedenti sette. Il piano mira al ritorno alla crescita e agli utili nel biennio 2012-13. In vista licenziamenti

di Patrizia Licata
Come preannunciato a marzo, Siemens procederà il 1 ottobre allo spin-off della sua divisione di fornitura di servizi It Sis (Siemens It Solutions and services); nascerà una società per azioni che prenderà il nome di Sis GmbH. La struttura della nuova azienda sarà snellita riducendo a tre le attuali sette business unit: una divisione per le vendite mondiali strutturata per industrie e regioni sarà supportata dalle due unit It Outsourcing e It Solutions. Sis GmbH continuerà ad essere una sussidiaria di Siemens al 100% e partner di preferenza per il gruppo tedesco per la fornitura di servizi It.

La decisione di Siemens di ristrutturare l’attività It Solutions and services è legata alla riduzione di un quarto delle entrate della unit negli ultimi due anni. Lo spin-off richiederà alla tedesca uno sforzo di 500 milioni di euro, che saranno versati a Sis per sostenere i suoi investimenti. Circa 300 milioni sono già stati inclusi nel business plan della spa per spese in attrezzature, stabilimenti, immobili e beni intangibili. Siemens terrà conto di questa somma investita nel calcolo della capitalizzazione di Sis GmbH.

Il piano industriale contiene anche indicazioni su altri investimenti che serviranno alla riorganizzazione dell’attuale portafoglio di soluzioni di Sis, per la formazione interna e il finanziamento di gare e costi di start-up (anche questi saranno calcolati nella capitalizzazione della società). Siemens potrà poi fornire altri 200 milioni di euro, se necessari, per ulteriori iniziative necessarie a creare valore per Sis, per esempio per rafforzare la sua attività di outsourcing It, espandere il suo business nel software, finanziare innovazione e acquisizioni.

“L’operazione Sis” costerà anche circa 4.200 posti di lavoro in tutto il mondo (su un totale di uno staff di circa 35.000 persone). Circa 2.000 di questi tagli colpiranno la Germania. Per il 2010 la nuova spa ha l’obiettivo di generare 4,1 miliardi di euro di revenues; a partire dal 2012, Sis dovrebbe tornare a tassi di crescita annuali in linea con il mercato di riferimento. Per il 2013, prevede il piano industriale, Sis otterrà utili analoghi a quelli degli altri player del settore.

21 Settembre 2010