Il cloud su misura di telco. Ibm lancia una piattaforma ad hoc

PIATTAFORME

Big Blue alla conquista degli operatori di Tlc con una suite che permette di gestire migliaia di servizi ed erogare "apps" a prezzi competitivi. France Telecom e Shanghai Telecom i primi clienti

di Federica Meta
Il cloud - si sa - offre vantaggi ineguagliabili in termini di risparmi ed efficienza. Proprio per aiutare le aziende a trarre vantaggio dalla nuvola Ibm lancia una piattaforma di servizi cloud dedicata ai Communications Service Provider (Csp).

Si tratta, nello specifico, di un insieme di hardware, software e servizi che supportano i Csp a fornire rapidamente e a prezzi competitivi ai clienti nuovi servizi basati sulla nuvola. L’Ibm Cloud Service Provider Platform – questo il nome della soluzione – le aziende potranno creare, erogare e gestire migliaia di nuovi servizi. Potranno, ad esempio, trasformare rapidamente l’attività per fornire nuovi servizi attraverso le reti esistenti e stimolare nuove fonti di ricavi; potranno sfruttarla per fornire offerte “as a service” (servizi di collaboration, servizi di Crm, storage e back up/recovery di dati).

“Ibm utilizza le proprie competenze sul Cloud per aiutare i service provider a cogliere le nuove opportunità offerte dal mercato e ad espandere il valore delle loro reti attraverso nuovi modelli di business – spiega Scott Stainken, general manager, Ibm global telecommunications industry -. Ibm è l’unico player di mercato in grado di offrire la necessaria affidabilità richiesta dai carrier e la scalabilità e la sicurezza di ambienti Cloud su reti eterogenee”.

Il cuore della soluzione è l’Ibm Service Delivery Manager, un software avanzato che consente di mettere in produzione le applicazioni rapidamente, automatizzando l’erogazione, il monitoring e la gestione dei servizi Cloud .

A supporto dei modelli Cloud, Ibm offre inoltre consulenza in strategia di business, formazione di vendita, software e servizi di business intelligence e business analytics, sviluppo e test delle applicazioni e servizi di integrazione.

Big Blue ha già dato avvio ad alcuni progetti pilota basati sulla Cloud Service con clienti quali France Telecom, Shanghai Telecom e SK Telecom. France Telecom e la sua controllata Orange Business Services, ad esempio utilizzano la soluzione per creare nuove offerte Infrastructure-as-a-service (Iaas) per i propri clienti.

Aziende quali Broadsoft, Corent, deCarta, Jamcracker, Juniper Networks, Netapp, Openet, Rightscale e Wavemaker, invece, supportano la piattaforma e sono accompagnate da numerosi provider di applicazioni, tecnologia e infrastrutture Cloud, nonché da rivenditori e aggregatori Cloud.

15 Ottobre 2010