Nasce un consorzio per l'informatica italiana

INNOVAZIONE

Promotori Almaviva, Engineering, Elsag Datamat. Aperto alla collaborazione con le università e con le altre aziende italiane dell'IT

di E.L.
Un consorzio per lo sviluppo dell’informatica italiana: lo ha annunciato il presidente di Almaviva, Alberto Tripi, intervenendo oggi all’”Incontro con gli innovatori, la sfida Europa 2020”, organizzato a Venezia dall’Agenzia per la diffusione delle tecnologie e l’innovazione. Non si tratta di un progetto ma di una realtà visto che, come ha specificato Tripi, il consorzio è stato ufficialmente costituito venerdì scorso dalle tre maggiori aziende informatiche italiane: Almaviva, Engeneering, Elsag Datamat.
“Il consorzio si propone di mettere a fattore comune i nostri sforzi nella ricerca e l’innovazione con l’obiettivo di offrire ad imprese e pubblica amministrazione i prodotti e i progetti informatici migliori”, ha spiegato Tripi. Non soltanto in Italia ma anche all’estero visto che le tre aziende promotrici “valgono” 40.000 occupati di cui 9.000 fuori Italia.
Il consorzio nasce aperto alla collaborazione con le università e gli ambienti accademici. Tant’è vero che vi sono già contatti in corso con la Sapienza di Roma e il Politecnico di Torino. “Noi siamo soltanto i promotori – spiega Tripi – al consorzio possono partecipare le istituzioni e le aziende interessate. Abbiamo già avuto significative manifestazioni di interesse da parte di un certo numero di aziende grandi, ma anche medie e piccole”.

18 Ottobre 2010