Gol fantasma e fuorigioco: tecnologie in campo targate Cnr

SPORT

Rinnovato l'accordo con la Federcalcio per la realizzazione di nuove soluzioni a supporto dell'arbitro. Sperimentazione già partita al Friuli di Udine

di Paolo Anastasio
Gol fantasma, fuorigioco e rigori dubbi, espulsione di giocatori estranei all'azione di gioco: sono i casi e le difficoltà più frequenti che gli arbitri si trovano ad affrontare durante una partita. Per dare una mano all'arbitro, il Cnr e la Federazione italiana gioco calcio (Figc) hanno rinnovato la convenzione per lo sviluppo e la sperimentazione di tecnologie, secondo le direttive Fifa, in vista della loro possibile introduzione in campo. Sperimentazioni di questo tipo sono già in atto allo stadio Friuli di Udine, in attesa che il presidete della Fifa Joseph Blatter dia l'ok alle tecnologie in campo.

Un contributo alla soluzione delle polemiche post partita potrebbe arrivare dalla tecnologia a supporto degli arbitri, messa a punto dall'Istituto di studi sui sistemi intelligenti per l'automazione del Consiglio nazionale delle ricerche di Bari (Issia-Cnr), grazie ad un sistema di rilevazione "made in Italy", basato su immagini elaborate in tempo reale, acquisite da particolari telecamere installate lontano dal campo e trasmesse a un computer dotato di apposito software.

"La sperimentazione pilota delle tecnologie innovative a supporto degli arbitri nel gioco del calcio attiva nello stadio Friuli di Udine - dice Arcangelo Distante, direttore dell'Issia-Cnr - ha confermato l'efficacia dei tre prototipi per la rilevazione di Gol fantasma, Fuorigioco e Monitoraggio eventi nell'area di rigore (Megar), costituiti da macchine intelligenti di visione: una catena hardware che parte da una telecamera digitale e arriva al server che acquisisce, memorizza, visualizza ed elabora in tempo reale le immagini di un'intera partita di calcio".

La componente "intelligente" è costituita dal software sviluppato dall’Issia-Cnr (algoritmi innovativi nel campo della visione artificiale), mentre la console multimediale consente il riscontro oggettivo degli eventi, il server supervisore prende le decisioni finali e trasmette alla terna arbitrale le informazioni.

"La nuova Convenzione - aggiunge Distante - prevede la messa a punto (upgrade) e l'ottimizzazione hardware e software (upgrade) dei prototipi sperimentali installati a Udine, in particolare del gol fantasma. Abbiamo inoltre previsto l’acquisizione di nuovi dati in differenti modalità meteo-ambientali e la sperimentazione di nuove tecnologie hardware e di particolari sensori che acquisiscono 500 immagini al secondo, cioè 2,5 volte superiori a quelli attualmente utilizzati".

19 Ottobre 2010