Microsoft si gioca l'asso cloud. Soluzioni "virtuali" con Office 365

STRATEGIE

Via al beta test in 13 nazioni della piattaforma "virtuale" che sarà disponibile sul mercato a partire dal prossimo anno. DelBene: "Anche le piccole imprese potranno beneficiare delle migliori innovazioni"

di Patrizia Licata
Microsoft non sembra volersi far scuotere dall’uscita di scena del suo visionario del cloud Ray Ozzie e dimostra che proprio sul cloud computing non rallenterà la sua marcia. Così, a poche ore dall'annuncio delle dimissioni del top manager, il colosso di Redmond ha presentato Office 365, il suo servizio cloud di nuova generazione che riunisce Office, SharePoint Online, Exchange Online e Lync Online e il cuo scopo è, afferma l’azienda, offrire la massima produttività, perché Office 365 consente alle organizzazioni di ogni dimensione di sfruttare tutta la potenza delle soluzioni Microsoft per la produttività aziendale nel cloud.

Con questo prodotto, le persone possono collaborare più facilmente ovunque si trovino e da qualsiasi dispositivo, con altre persone all'interno e all'esterno dell'azienda, in tutta sicurezza, garantisce Microsoft, aggiungendo che con il passaggio al cloud offerto da Office 365, le aziende non hanno bisogno di trasformare il proprio modo di lavorare, poiché Office 365 supporta i browser, gli smartphone e le applicazioni desktop più comunemente utilizzati.

"Office 365 riunisce in un unico servizio cloud le migliori soluzioni per la produttività disponibili sul mercato", dichiara Kurt DelBene, presidente della Office Division di Microsoft. "Per la prima volta, Office 365 mette alla portata anche delle piccole imprese locali prodotti software e servizi di fascia enterprise, permettendo al contempo alle grandi multinazionali di ridurre i costi e di restare al passo con le più recenti innovazioni. Con Office 365, le aziende possono concentrarsi esclusivamente sul proprio business, mentre noi e i nostri partner ci occupiamo della tecnologia".

La versione di Office 365 per le piccole imprese consente ai professionisti e alle aziende con meno di 25 dipendenti di essere operativi con Office Web Apps, Exchange Online, SharePoint Online, Lync Online e un sito web esterno in appena 15 minuti e a un costo mensile di 6 dollari o 5,25 euro per utente.

La versione Enterprise di Office 365, a sua volta, offre un'ampia scelta di opzioni alle imprese di medie e grandi dimensioni e agli enti pubblici, a partire da una tariffa mensile di 2 dollari o 1,75 euro per utente per le funzionalità di posta elettronica di base. La versione Enterprise offre per la prima volta la possibilità di usufruire del software per desktop Office Professional Plus secondo un modello di pagamento basato sull'utilizzo. A soli 24 dollari o 22,75 euro mensili per utente le aziende possono ottenere, insieme a Office Professional Plus, funzionalità di posta elettronica, voice mail, social networking aziendale, messaggistica istantanea, portali web, extranet, servizi di conferenza voce e video, web conferencing, supporto telefonico continuo, licenze on-premise e altro ancora.

Office 365 sarà disponibile a livello mondiale nel 2011. A partire da oggi Microsoft inizierà la fase di beta testing di Office 365 con alcune migliaia di organizzazioni dislocate in 13 paesi e regioni in tutto il mondo e aumenterà gradualmente il numero di aziende coinvolte, fino ad assicurare la disponibilità generale di Office 365 in 40 paesi e regioni per il prossimo anno.

Nell'arco del prossimo anno, inoltre, Office 365 includerà Microsoft Dynamics Crm online per offrire tutta l'esperienza Microsoft in soluzioni per la produttività aziendale a organizzazioni di tutti i tipi e di tutte le dimensioni. Il 2011 vedrà anche il debutto di Office 365 per il settore accademico, che metterà a disposizione degli studenti e del personale di istituti scolastici e atenei le tecnologie Microsoft progettate appositamente per le esigenze dell'ambito educativo.

20 Ottobre 2010