Acer abbona il credito: nuovo ossigeno per Olidata

FINANZA

Il colosso taiwanese, socio di maggioranza del produttore italiano di pc, azzera i 2,7 milioni di euro vantati nei confronti dell'azienda. Si punta al rilancio delle attività

di P:A.
Acer rilancia Olidata. Ieri il gruppo taiwanese, socio di maggioranza con una quota del 29% nel produttore italiano di pc, ha stralciato il credito di 2,7 milioni vantato nei confronti di Olidata. Una boccata d'ossigeno per il produttore di Cesena, entrato nell'orbita del colosso asiatico nel luglio dell'anno scorso.

Olidata ha preso atto che lo stralcio del credito vantato da Acer nei confronti della società, pari a 2,75 milioni di euro e derivante da forniture varie, è divenuto definitivo in quanto non si è verificata la condizione risolutiva rappresentata dall’eventuale rinuncia parziale, entro il 31 ottobre, da parte delle banche di crediti per un importo complessivamente pari ad almeno 7,2 milioni.

Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto del fatto che le trattative con gli istituti di credito in merito alla ristrutturazione del debito sono tuttora in corso. Sulle ali dello stralcio ieri il titolo Olidata a Piazza Affari ha guadagnato l'8%. 

04 Novembre 2010