Farmaci contraffatti online: parte il corso dei Nas

FORMAZIONE

Utilizzo di software ad hoc e programmi per la rintracciabilità dei pagamenti: così nascono gli specialisti della Rete

di A.C.
I Nas contro la vendita online dei farmaci contraffatti. Il nucleo dei Carabinieri per la Tutela della, quale membro del Permanent Forum on International Pharmaceutical Crime1, ha infatti ottenuto dalla Food and Drug Administration (agenzia statunitense che si occupa, tra l'altro, del contrasto alla distribuzione di farmaci illegali) la disponibilità per la realizzazione del primo "Internet Training Course for Pharmaceutical Law Enforcement Officers".

L'attività formativa, iniziata ieri 15 novembre 2010, si svolge fino a domani 17 novembre 2010 a Roma presso l'aula multimediale allestita presso il Comando dei Nas con il contributo del Ministero della Salute e vedrà la partecipazione di funzionari della Dea (Drug Enforcement Administration), delle Dogane tedesche, dell'OclaEsp francese e della Polizia Federale belga, nonché di 19 marescialli dei Nas che hanno maturato una pregressa esperienza nell'attività investigativa in materia di contraffazione farmaceutica e che potranno assicurare la formazione "a cascata" nei rispettivi Reparti di appartenenza.

Lo scopo del corso, primo assoluto in Europa, sarà quello di affinare le conoscenza informatiche e familiarizzare con l'utilizzo di software per l'individuazione dei server dei siti web sui quali si commercializzano farmaci nonché programmi per la rintracciabilità dei pagamenti effettuati per acquistare farmaci online. In considerazione dell'unicità dell'iniziativa didattica, è stata offerta la disponibilità ai membri del Gruppo Investigativo sui traffici delle sostanze dopanti, istituito dal Segretariato Generale di Interpol e composto da investigatori di Austria, Norvegia, Spagna, Svezia e Svizzera, di partecipare eventualmente ad un secondo corso che si potrebbe tenere entro il 2011.

16 Novembre 2010