Software di simulazione per la Chevrolet Volt di Gm

IBM

Ibm ha annunciato oggi che il suo software e i suoi tool di simulazione hanno aiutato gli ingegneri della General Motors (Gm) a progettare e sviluppare il software nei sistemi di controllo avanzati sulla Chevrolet Volt 2011, che è stata progettata e costruita in soli 29 mesi.
Gm utilizza il sofisticato software di progettazione e simulazione di Ibm nell’ambito della sua suite di tool software per lo sviluppo prodotti, che consente all’azienda di migliorare il time-to-market rispondendo alle domande dei consumatori in costante evoluzione.

Gli ingegneri della Gm hanno utilizzato i prodotti Ibm per sviluppare alcuni dei controlli elettronici critici della Volt, per l’innovativo sistema a batteria, unità di trazione elettrica e l’elettronica di bordo. L’esclusivo sistema propulsore della Volt ha richiesto la progettazione di un “sistema di sistemi” senza precedenti, incentrato su software in grado di integrare senza soluzione di continuità il gruppo batterie agli ioni di litio da 16 kWh della Volt con il suo sistema di trazione elettrica altamente sofisticato.

Ibm aiuta la Gm a standardizzare la progettazione dei suoi veicoli su un minore numero di tool software e su un processo di progettazione collaborativo comune, consentendo inoltre ai team di progettazione globali di lavorare con più efficacia e integrazione. I tool software Ibm Rational sono stati utilizzati per aiutare gli ingegneri Gm a modellare le interazioni dei sistemi incorporati della Volt, contribuendo ad aumentare la qualità e l’efficienza  nello sviluppo di questo approccio ai sistemi senza precedenti. Il software Ibm è impiegato inoltre dagli ingegneri Gm di tutto il mondo per gestire il cambiamento in tutto il processo di sviluppo dei prodotti, realizzando una migliore collaborazione.

Inoltre, i supercomputer e il software di simulazione Ibm sono stati utilizzati per mettere alla prova i gruppi batterie della Volt, dimostrandone la sicurezza e la durabilità nell’arco di quasi tre anni di test di validazione dei loro nove moduli e 288 celle.
I supercomputer e i tool di simulazione hanno fornito il calcolo ad alte prestazioni necessario ai team responsabili dei test per soddisfare migliaia di specifiche e validare ciascuno dei 161 componenti della batteria della Volt, supportando al contempo i test in diverse aree, quali: corto circuito, corrosione, polvere, impatto, immersione in acqua, schiacciamento e penetrazione e oscillazioni estreme di temperatura.

"Il software e i controlli sono un elemento di differenziazione chiave e hanno un valore significativo nel promuovere lo sviluppo dei veicoli e fornire soluzioni esclusive ai nostri clienti, soprattutto in veicoli avanzati come la Chevrolet Volt - spiega Micky Bly, Gm Executive Director of Global Electrical Systems, Hybrids, Electric Vehicles and Batteries -. Dobbiamo avere la capacità di fornire elettronica e software innovativi più rapidamente dei nostri concorrenti, e questo ci impone di sviluppare i nostri veicoli con una serie di processi e tool software di altissimo livello”.   

"Ibm è impegnata a fornire ai propri clienti le funzionalità a più alto valore che consentono di trasformare il modo di sviluppare e progettare non solo i prodotti, ma di innovare nei mercati in cui essi competono - spiega Robert LeBlanc, Senior Vice President, Middleware Software, Ibm -. La Volt rappresenta la convergenza degli ambienti di produzione e digitali, che rappresentano il nucleo della creazione di prodotti più intelligenti”.

20 Dicembre 2010