Telecom Italia, una tariffa flat per la musica digitale

SERVIZI

Il servizio disponibile già da febbraio. Con 5 euro al mese si potranno scaricare 10 brani

di M.A.
Telecom Italia lancerà a breve una piattaforma per il download e lo streaming legale di musica. Risultato: con una tariffa fissa al mese si potrà scaricare un certo numero di brani.

Non c'è ancora niente di ufficiale ma il servizio sarà simile a quello già proposto da Fastweb in novembre (15 brani a sei euro al mese) e dovrebbe partire già a Febbraio. Secondo quanto riportato al Sole24Ore, 10 brani potrebbero costare con Telecom 5 euro al mese, cifra che comprende anche lo streaming illimitato delle canzoni (solo lo streaming invece costerà 1,5 euro al mese).

Major e provider telefonici si stanno pertanto alleando sul fronte della musica, per contrastare il fenomeno della pirateria, che in questi ultimi anni ha avuto forti ripercussioni sui bilanci dell’industria musicale. A causa del peer-to-peer, secondo il Digital music report 20, messo a punto dalla International federation of the phonographic industry (Ifpi), nel periodo 2008-2015 ammonterebbe a 240 miliardi di euro la perdita cumulata complessiva dell'industria europea.

Inoltre il mercato della musica digitale, seppure a ritmo lento, continua a crescere. In Italia, lo scorso anno, sono stati scaricati 12 milioni di brani digitali, con un incremento del 12% rispetto all’anno precedente. Secondo l’Ifpi nel 2010 i ricavi generati dalla vendita di musica digitale sono cresciuti del 6% a quota 4,6 miliardi di dollari, attraverso le oltre 400 piattaforme online legali, mentre nel 2009 il fatturato della cyber-musica era salito del 9% e l'anno prima lo scatto in avanti era stato addirittura del 30%.

27 Gennaio 2011