Via al primo corso online per l'internazionalizzazione

ICE

Prende il via da oggi fino a 1° aprile 2011 la Prima Edizione del Corso Online su “I nuovi mercati focus per l’internazionalizzazione del Sistema Italia” organizzato dall’Ice e realizzato in collaborazione con il Consorzio per la Formazione Internazionale (Cfi).

Obiettivo del Corso è quello di fornire gli strumenti utili per l’inserimento delle piccole e medie imprese italiane nei mercati di Brasile,  Russia,  India,  Cina, Sudafrica, Usa e Giappone.  Il Corso tratterà in particolare le opportunità di sbocco offerte da questi mercati sia ai prodotti italiani che alle Pmi; per i diversi settori produttivi del Made in Italy  verranno esaminate  le tecniche di ingresso e di vendita nei singoli mercati e fornite tutte le indicazioni pratiche relative agli aspetti socio-culturali, utili ad avviare e gestire i rapporti contrattuali nei diversi contesti.
 
Il modello didattico dei corsi on-line prevede sia lezioni multimediali in audio/video che giornate di formazione in aula e incontri on-line.
Il programma del Corso, al quale prendono parte 20 aziende provenienti da 11 diverse Regioni d’Italia,  prevede 3 giornate in aula presso la sede centrale dell'Ice e 4 lezioni virtuali della durata di 2 ore ciascuna. L'intero percorso formativo verrà integrato da interventi di esperti della materia e dei mercati in esame, con i quali sarà possibile comunicare facilmente attraverso i moderni strumenti multimediali della posta elettronica, della chat e  del forum.

A fronte della grande richiesta di adesioni, l’Ice ha già in programma, per il prossimo 25 marzo,  una seconda edizione del Corso che verrà pubblicizzato nei i primi giorni di febbraio.

La formula dei Corsi on-line è già stata sperimentata con successo dall’Ice che, negli ultimi anni, ha organizzato tre corsi specifici su "Marketing: entrare e radicarsi nei mercati internazionali", "I contratti internazionali: tecniche di redazione nell'era globale" e "I finanziamenti nazionali e internazionali all'export ed agli investimenti", per ciascuno dei quali sono state realizzate più edizioni.

28 Gennaio 2011