Guidi (Anie): "Prezzi delle materie prime al rialzo, un freno alla ripresa del settore"

ANIE

Il presidente dell'associazione delle imprese di elettronica ed elettrotecnica: "Ripercussioni negative anche per la riduzione dei tempi di pagamento chiesta dai fornitori"

di F.M.
I segnali rialzisti nei prezzi delle materie prime impiegate nel processo produttivo dalle imprese elettrotecniche ed elettroniche rendono incerta la crescita. È quanto evidenzia il Servizio Studi di Confindustria-Anie. "Le recenti tendenze nel mercato delle materie prime industriali - sottolinea il presidente di Confindustria-Anie, Guidalberto Guidi - hanno prodotto rilevanti ripercussioni per le imprese elettrotecniche ed elettroniche"
Il primo e importante effetto si identifica nell'aggravarsi degli oneri dal lato dei costi. "Le crescenti tensioni nel mercato delle materie prime hanno conseguenze estremamente negative sui margini aziendali già fortemente compromessi dalla crisi - spiega - Inoltre, nell'ultimo periodo i fornitori di materie prime hanno spesso richiesto la riduzione dei tempi di pagamento, facendo valere la propria forza contrattuale".
"Ciò aggrava - conclude Guidi - la gestione operativa delle imprese, che si trovano ad affrontare una costante carenza di liquidità".

04 Febbraio 2011