Il Papa benedice Internet: "Grande opportunità per la Chiesa"

DIGITALIZZAZIONE

Benedetto XVI ribadisce le potenzialità della rete sul fronte dell'evangelizzazione. Allo studio in vaticano un documento sul ruolo di Internet e la formazione nei seminari

di P.A.
"Internet, per la sua capacità di superare le distanze e di mettere in contatto reciproco le persone, presenta grandi possibilità anche per la Chiesa e la sua missione". Lo ha detto il Papa, che ha ribadito l'importanza della rete se usata bene.

"In questi giorni studiate anche la bozza del documento su Internet e la formazione nei seminari", ha detto rivolto ai partecipanti alla Plenaria della Congregazione per l'Educazione Cattolica (dei Seminari e degli Istituti di Studi) che oggi ha ricevuto in udienza.

Internet, "con il necessario discernimento per un suo uso intelligente e prudente, è uno strumento che può servire non solo per gli studi, ma anche per l'azione pastorale dei futuri presbiteri nei vari campi ecclesiali, quali l'evangelizzazione, l'azione missionaria, la catechesi, i progetti educativi, la gestione delle istituzioni. Anche in questo campo è di estrema importanza poter contare su formatori adeguatamente preparati perché siano guide fedeli e sempre aggiornate, al fine di accompagnare i candidati al sacerdozio all'uso corretto e positivo dei mezzi informatici".

Intanto, sull'Appstore di Apple, è in vendita "Confession: A Roman Catholic App". Si tratta di un'applicazione dedicata al proprio esame di coscienza, nata all'insegna delle recenti dichiarazioni di Papa Benedetto XVI in merito alla tecnologia, secondo le quali se utilizzata saggiamente, può contribuire a realizzare le più sacre aspirazioni umane, significato, verità e unità. L'applicazione sviluppata da Little i Apps, solo in lingua inglese, è in vendita al prezzo di 1,59 euro.

07 Febbraio 2011