Toscana: 4 milioni e mezzo per i poli dell'innovazione

INNOVAZIONE

La Regione individua tra i settori da finanziare quelli dell'ICT telecomunicazioni e robotica. L'assessore Simoncini " un passaggio essenziale per l'economia della Toscana"

di Silvia De Luca
4 milioni e 500 mila euro per il trasferimento delle conoscenze e delle competenze scientifiche e tecnologiche alle imprese. Questo il finanziamento previsto dal nuovo bando della Regione Toscana destinato all’attività dei Poli di innovazione per incrementare il già avanzato sistema regionale dell’innovazione.
Tra i dodici settori individuati dalla Regione per la costituzione dei poli spiccano quelli delle tecnologie per le energie rinnovabili e risparmio energetico, ICT telecomunicazioni e robotica, nanotecnologie, tecnologie per la città sostenibile. Ciascun Polo potrà inoltrare la domanda di partecipazione entro il 20 aprile e ricevere un finanziamento che va da un minimo di 400 mila euro ad un massimo di 800 mila euro a seconda del numero di imprese che vi aderiscono
“E’ un nuovo passo avanti – dichiara l’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini – nel processo di riorganizzazione e razionalizzazione del sistema dell’innovazione e del trasferimento tecnologico nella nostra regione. Si tratta di un passaggio essenziale per l’economia toscana e su questo stiamo concentrando sforzi e risorse, perché siamo consapevoli che, dalla crisi, si può uscire solo premendo l’acceleratore sull’innovazione e sulla qualificazione del sistema produttivo”.

23 Febbraio 2011