Asstel, formalizzata l'uscita da Csit

LA GIUNTA

In occasione della giunta odierna di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, il presidente Parisi ha formalizzato l'addio dell'associazione che ora punta a dare vita ad una grande federazione dell'Ict & media

di Mila Fiordalisi
E' stata formalizzata oggi, in occasione della giunta di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, l'uscita di scena di Asstel. L'associazione presieduta da Stefano Parisi ha deciso di lasciare Csit e portare avanti un progetto di grande "federazione" che unisca gli attori del mondo dell'Ict e dei media, come annunciato nei giorni scorsi dallo stesso presidente.

La federazione a cui pensa Parisi sarà su modello della tedesca Bitkom, della spagnola Ametic e dell'inglese Intellect "in cui tlc, mondo tv e radio, filiera dell'Ict, internet provider e realtà dell'outsourcing uniscano le fortza per portare avanti istanze comuni", ha annunciato Parisi.

 "Si tratta di un invito rivolto alle associazioni e alle aziende del mondo Ictm perché partecipino ai lavori della costituente di una nuova federazionen di primo livello all'interno di Confindustria", spiega Parisi. Il numero uno di Asstel punta il dito contro "la debolezza dal punto di vista della rappresentanza esterna che negli anni è stato uno dei fattori che ha contribnuito a una sottovalutazione, politica e cultuirale, del potenziale di crescita e di miglioramento della qualità della vita derivante dalla diffusione delle tecnologie nella società". Di qui l'idea di dare vita ad una grande Federazione.

25 Febbraio 2011