Infrastrutture critiche, targato Selex il prototipo "anti disaster"

SECURITY

L'azienda del gruppo Finmeccanica battezza, nell'ambito del progetto Micie dell'Unione Europea, il primo sistema di early warning per la prevenzione dei rischi sulle reti

di P.A.
Si è tenuto ieri presso l'Università degli Studi Roma Tre il workshop finale relativo al progetto di Ricerca e Sviluppo Micie (“Tool for systemic risk analysis and secure mediation of data exchanged across linked Critical Infrastructures information infrastructures”) per la protezione delle Infrastrutture Critiche. Nel corso del convegno sono stati illustrati obiettivi e risultati ottenuti.

Ideato, promosso e coordinato da Selex Communications, una società Finmeccanica, il progetto Micie riguarda la progettazione e l'implementazione di un sistema di "Early Warning" capace di identificare in tempo reale eventuali rischi per le Infrastrutture Critiche, quei sistemi, risorse e processi vitali per la sicurezza, l’efficienza e il normale funzionamento del sistema economico-finanziario e sociale di un Paese.

Oggi queste infrastrutture sono sempre più interconnesse, al punto che un guasto a una di loro può facilmente propagarsi alle altre, amplificandone con un effetto domino le conseguenze e provocando malfunzionamenti anche ad utenti remoti, sia dal punto di vista geografico che funzionale.

Nell’ambito del progetto è stato realizzato un prototipo tecnologico in grado di fornire agli operatori informazioni sul livello di rischio dell’Infrastruttura, grazie ad uno strumento di predizione on-line che
ne descrive in ogni istante lo stato.

Altri risultati raggiunti sono stati la definizione degli indicatori responsabili della continuità ed integrità dei dati Ict delle Infrastrutture Critiche e la realizzazione di una rete di scambio tra operatori capace di garantire accessibilità, autenticità, integrità, riservatezza.

Il contributo di Selex Communications ha riguardato, oltre al Project Management, lo sviluppo del prototipo e la definizione delle procedure per la raccolta dei dati sensibili provenienti dalle Infrastrutture Critiche e dei parametri per aggregare e scambiare questi dati con le altre infrastrutture in modo sicuro ed affidabile.

Micie, finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del VII Programma Quadro, è iniziato a fine 2008 ed ha visto il coinvolgimento di 11 partner internazionali tra società, Università ed enti di ricerca europei oltre all'ente elettrico israeliano (Israel Electric Corporation - Iec).

01 Marzo 2011