CA Technologies: "Il cloud centralizza il ruolo dell'IT"

IL REPORT

L'adozione della "nuovola" consente ai Cio di aumentare flessibilità, innovazione e collaborazione con il business. Ma tutto ciò richiederà un cambiamento significativo dell'organizzazione e soprattutto delle competenze

di F.M.
L’IT diventa sempre più centrale nell’elaborazione delle strategie aziendali, anche grazie al cloud computing. È il quadro delineato da uno studio di CA Technologies: che mostra come i professionisti IT credono che il cloud computing aumenti la flessibilità (63%), l'innovazione (58%) e la collaborazione con il business (57%). Nel dettaglio i Cio prevedono che il cloud computing incrementerà la produttività IT (55%) e ridurrà il tempo o le risorse di personale dedicati al supporto IT (40%).

Questa trasformazione richiederà un cambiamento significativo dell'attuale patrimonio di competenze dell'organizzazione, inclusa la necessità di maggiore esperienza commerciale e di management. Ecco perché i professionisti IT prevedono che emergeranno nuove qualifiche professionali IT dedicate al cloud computing e alla gestione dei fornitori. Più della metà degli intervistati (60%) ha riscontrato un aumento della richiesta di personale con esperienza in materia di cloud computing negli ultimi cinque anni e il 63% prevede che questa tendenza crescerà nei prossimi due.

Due terzi (66%) ha individuato nella capacità di gestire i fornitori di servizi la competenza IT che più probabilmente crescerà nei prossimi due anni. Il 72% ha dichiarato che la propria organizzazione IT sta dedicando alla gestione dei fornitori di servizi IT in outsourcing o cloud più tempo oggi rispetto a cinque anni fa, incluso il tempo per la gestione dei fornitori.
Quasi il 70% concorda nel ritenere che un numero sempre maggiore di Cio e personale IT senior avrà in futuro una formazione più commerciale che tecnica.

Il 96% degli intervistati ritiene inoltre che il ruolo principale dell'IT sia cambiato negli ultimi cinque anni, e il 71% prevede che questa tendenza continuerà anche nei prossimi due. Più della metà (54%) afferma che l'attuale valore dell'IT è largamente definito dal suo ruolo di proprietario e operatore dell'infrastruttura informatica; tuttavia, questi manager ritengono che entro due anni il valore primario dell'Information Technology sarà dato dalla gestione della supply chain dell'IT. Il 50% degli intervistati pensa che a questa evoluzione abbia contribuito l'aumento dei servizi basati su cloud, in particolare quelli un tempo gestiti internamente all'azienda.
"Man mano che l'organizzazione IT passa da un modello basato sul ruolo di proprietario e operatore dell'infrastruttura a quello di responsabile di servizi più complessi, multipiattaforma ed esterni, i Cio dovranno ridefinire il valore dell'IT per l'azienda – spiega Adam Famularo, general manager per il Cloud Computing di CA Technologies - Questo cambiamento offre ai professionisti IT nuove e interessanti opportunità di espandere le proprie competenze e diventare consulenti più strategici per l'azienda".

Dietro la spinta dei trend confermati dall'indagine, l'IT sta sempre più assumendo l'aspetto di una supply chain. Il tradizionale modello della catena di fornitura è in genere associato alla produzione, in cui risorse libere (tecnologie, processi, merci, servizi e persone) vengono organizzate in modo logico per fornire beni e servizi alla base di clienti. Tuttavia, con il passaggio al cloud di applicazioni, infrastruttura e persino processi aziendali, le organizzazioni IT possono trasformarsi in manager efficienti delle supply chain IT che si avvalgono di più fonti interne ed esterne. L'obiettivo di questo approccio è la creazione di valore da parte dell'IT e la crescita aziendale costante.

09 Marzo 2011