Terremoto in Giappone, ricerche online a rischio cybercrime

SECURITY

TrendMicro lancia l'allarme hacker sulle news via Internet connesse al disastro. Malware si annidano nelle combianzioni immesse nei motori di ricerca

di P.A.
Alla notizia del tremendo terremoto che ha colpito il Giappone, seguito anche da uno tsunami, i cyber-criminali si sono purtroppo messi immediatamente all’opera per sferrare attacchi di tipo blackhat Seo, tecniche di ottimizzazione dei risultati delle ricerche (Search Engine Optimization) utilizzate a scopo maligno, che possono dirottare gli utenti verso siti illegittimi contenenti minacce pericolose.

Uno dei siti che appare utilizzando la parola chiave “most recent earthquake in Japan” conduce a varianti FAKEAV, rilevate da Trend Micro come Mal_FakeAV-25.

Per non finire vittime di questo tipo di attacchi Trend Micro suggerisce agli utenti Internet di cercare nuove informazioni sull’evento catastrofico visitando direttamente siti di informazione affidabili.

11 Marzo 2011