Tsunami, Sony costretta a fermare la produzione

GIAPPONE

Blocco delle attività a Shizuoka, Aichi, Gifu e Oita a causa della mancanza di componenti e materie prime. La società: "Riprenderemo appena sarà possibile il rifornimento"

di F.M.
La disastrose conseguenze del terremoto e dello tsunami si abbattono sulla Sony. La società ha infatti annunciato la sospensione della produzione negli stabilimenti giapponesi che producono videocamere digitali, macchine fotografiche, microfoni e televisori a causa della mancanza di componenti e materie prime a seguito del sisma dell'11 marzo.

Le attività saranno dunque bloccate negli stabilimenti di Shizuoka, Aichi, Gifu e Oita fino alla fine del mese di marzo. “L'azienda intende riprendere la produzione non appena sarà possibile il rifornimento di componenti e materie prime”, fa sapere la Sony in un comunicato.

22 Marzo 2011