Oracle, crisi alle spalle. "Stiamo crescendo più di Sap"

TRIMESTRALE

In due anni il business legato ai software applicativi è cresciuto "dieci volte" più di quello della rivale tedesca, sostiene il top management. Complessivamente nel terzo trimestre le vendite di nuove licenze sono aumentate del 29%, l'utile netto balza del 78%

di Patrizia Licata
Oracle mette la crisi economica alle spalle, registra risultati al di sopra delle aspettative di Wall Street e rosicchia quote di mercato alla rivale Sap. Così i top manager hanno presentato le performance del terzo trimestre dell’anno fiscale 2011, in cui il colosso americano ha messo a segno un forte aumento (+29%) delle entrate dalle nuove licenze, per un valore di 2,2 miliardi di dollari – un risultato che permette a Oracle di guardare con maggiore ottimismo al trimestre in corso, per il quale ha alzato le stime, e di decidere un aumento e il dividendo del 20%.

Oracle ha anche registrato ricavi totali in crescita del 37% fino a 8,8 miliardi di dollari; le revenues provenienti dall'aggiornamento delle licenze software e dal supporto sono cresciute del 13% fino a 3,7 miliardi di dollari, mentre i ricavi relativi ai sistemi hardware ammontano a 1 miliardo. L’utile netto è salito del 78% a 2,1 miliardi di dollari o 41 centesimi per azione.

Safra Catz, uno dei due presidenti di Oracle, non attribuisce i risultati positivi del gruppo tanto alla ripresa della spesa It, quanto al successo dei prodotti software di Oracle e dell’integrazione con Sun Microsystems, acquisita lo scorso anno.

Nei software applicativi, l’area in cui Oracle compete direttamente con Sap, le entrate dalle nuove licenze sono aumentate del 31% a 639 milioni di dollari. E con revenues salite di oltre il 50% negli ultimi due anni, il ramo application software di Oracle è cresciuto 10 volte più velocemente di quello di Sap, sostiene la Catz, anche se la rivale tedesca ha registrato a sua volta un forte aumento del fatturato da prodotti software nell’ultimo trimestre.

Le vendite di nuovo software nell’attività database di Oracle sono aumentate del 26% a 1,58 miliardi di dollari e Oracle si è detta sicura di poter raggiungere l’obiettivo di 1,5 miliardi di utili operativi dalle attività di Sun per la fine dell’anno fiscale, a maggio.

25 Marzo 2011