Yahoo! giù il business delle ricerche. Pesa l'accordo con Bing

MOTORI DI RICERCA

Non decolla la partnership del search engine siglata con Microsoft un anno fa. Per il momento, i mancati introiti sono ripagati dalla società di Bill Gates

di Paolo Anastasio
Il business di Yahoo! nel mercato delle ricerche online non decolla. Anzi, è sotto un treno. Lo scrive il sito Business Insider, citando una fonte vicina all’azienda, che ha dichiarato al Wall Street Journal che il business di Yahoo! legato alle ricerche è in caduta libera. Un crollo dal punto di vista delle quote di mercato ma anche da quello dei ricavi per singola ricerca.

Secondo il quotidiano finanziario, il problema vero di Yahoo! è la partnership con Microsoft sul fronte dei motori di ricerca, siglato un anno fa, “che per ora non da risultati, se mai ne darà”. L’accordo, annunciato in pompa magna l’anno scorso, prevede collaborazione tecnologica, condivisione di algoritmi e risultati fra Bing di Microsoft e Yahoo!.

Per ora, Microsoft coprirà la voragine aperta sul fronte dei ricavi per singola ricerca, ripianando così le magagne finanziarie di Yahoo!. Ma l’accordo fra le due aziende è molto importante per entrambe e se non decollerà sarà un grave problema.

C’è da dire che l’integrazione fra i due search engine è ad uno stadio embrionale e che le due aziende non prevedono un vero decollo della partnership prima della metà di quest’anno, secondo Business Insider.

Tuttavia, secondo gli ultimi dati diffusi da comScore, mentre la quota di mercato di Google nel mercato Usa delle ricerche online è stabile intorno al 66% delle ricerche, Yahoo! con una quota del 15,7% (in calo dell’1,2% rispetto ad un anno fa) e Bing con una quota del 13,9% (in aumento del 3,1% rispetto a un anno fa) veleggiano più o meno alla stessa altezza. Ben lontani da Google, che peraltro è stagnante.

14 Aprile 2011