Sarkozy: "Riflettere sul futuro di Internet"

PARTONO GLI INVITI ALL'E-G8

Tutti gli attori del settore dell'Ict devono dialogare sugli impatti economici, politici e culturali della Rete con l'obiettivo di rafforzare il contributo del web allo sviluppo: lo scrive il Presidente francese nella lettera di convocazione dell'e-G8 a Parigi il 24 e 25 maggio

di Mila Fiordalisi
"In qualità di Presidente di turno del G8, ho voluto mettere Internet all'ordine del giorno del vertice dei capi di Stato e di Governo che si terrà a Deauville il 26 e 27 maggio 2011". Comincia con queste parole la lettera di invito che il presidente francese Nicholas Sarkozy sta inviando ai maggiori rappresentanti del mondo del Web in vista del primo G8 di Internet.

"E' fondamentale che gli Stati riflettano sullo sviluppo di Internet e sugli impatti economici, politici e culturali. Il coinvolgimento dei capi di Stato e di governo è il segnale che è giunto il momento di stringere un dialogo vero con i principali attori del settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, con l'obiettivo di rafforzare l'importante contributo che Internet dà alla crescita economica". "E con questo spirito che ho deciso di organizzare il "Forum e-G8 " a Parigi il 24 e 25 maggio". La due giorni - puntualizza Sarkozy - sarà occasione per mettere attorno allo stesso tavolo i rappresentanti di imprese e organizzazioni, per una riflessione a 360 grandi sul futuro di Internet.

15 Aprile 2011