Alleanza Dt-Ft, così rilanciano le Tlc europee

JOINT VENTURE

Risparmi previsti per 1,3 miliardi di euro all'anno grazie alla condivisione di acquisti in piattaforme, reti e apparati. A Parigi e a Bonn le sedi operative

di A.C.
Deutsche Telekom e France Telecom hanno firmato un accordo preliminare per la nascita, entro la fine del 2011, di una joint venture fifty-fifty per l'acquisto condiviso di infrastrutture e attrezzature Tlc. L'operazione viene salutata come un punto di svolta per le telco europee, sottoposte a una crescente pressione competitiva esercitata dalle aziende della Silicon Valley.

L'intesa si focalizzerà sulla condivisione per l'acquisto di apparati di rete, piattaforme e infrastrutture IT. Il primo progetto pilota a partire riguarderà il segmento delle infrastrutture IT. Le due aziende prevedono un abbattimenti di costi per 1,3 miliardi di euro ( 900 milioni per France Telecom e oltre 400 per Deutsche Telekom) all'anno dopo il terzo anno.

Si tratta del nuovo capitolo della partnership Dt-Ft /Orange già annunciata l'11 febbraio. L'alleanza avvantaggerà clienti e fornitori che saranno in grado di razionalizzare le attività di sviluppo. Alla nuova entità saranno riservate due unità operative - una a Bonn l'altra a Parigi - presso le quali lavoreranno i dipendenti delle due società. Dt e Ft sono già in trattativa con i sindacati e le altre parti sociali per la messa a punto del processo. L'approvazione finale, sottoposta al parere delle autorità per l'antitrust, è attesa per le prossime settimane.

Entrambi i gruppi puntano a fornire benefici e risparmi ai rispettivi clienti assicurando loro allo stesso tempo un business più competitivo. I fornitori potranno avvantaggiarsi da apparecchiature armonizzate che saranno in grado di abilitarli alla razionalizzazione delle attività di sviluppo e alla generazione di ulteriori sinergie e efficienza.

"I nostri clienti potranno beneficiare delle reti migliori, di servizi più efficienti e di una più vasta scelta di device" ha detto Olaf Swantee, Executive Vice President Europe and Sourcing di France Telecom-Orange. "Gli operatori devono investire più di prima in reti e infrastrutture a causa della domanda esponenziale di dati, e gli sforzi per ridurre il digital divide sono sempre maggiori " ha detto Edward R. Kozel, Chief Technology and Innovation Officer di Deutsche Telekom.

18 Aprile 2011