100mila euro in palio per il portale sull'alimentazione

FONDAZIONE ACCENTURE

La Fondazione Italiana Accenture, nell’attuazione della propria mission volta a promuovere l’innovazione a vantaggio della collettività, ha stanziato 100 mila euro per la realizzazione di un progetto educativo interattivo destinato agli insegnati e agli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado per promuovere l’importanza di una corretta educazione alimentare: “Cibolando, il giardino della buona alimentazione”.

“Cibolando” è il progetto che realizzerà “Nutrilandia”, l’idea vincitrice del primo concorso lanciato su ideaTre60 - la piattaforma tecnologica partecipativa della Fondazione Italiana Accenture che ospita concorsi per idee dedicati all’innovazione sociale.

Il progetto educativo consisterà nella realizzazione di un sito internet che si occuperà del tema dell’alimentazione in chiave narrativa e che, oltre ad essere in linea con le più innovative prassi di storytelling e sensemaking, dovrà risultare in armonico equilibrio fra un approccio ludico, informativo ed educativo.

L’obiettivo è quello di promuovere l’importanza di una corretta educazione alimentare con l’intento, da un lato, di prevenire patologie legate ai disturbi alimentari (quali obesità, anoressia, bulimia, diabete, deficit dell’attenzione, ecc.) fra gli adolescenti, e dall’altro di favorire l’avvicinamento e la conoscenza da parte dei ragazzi, delle professioni, tradizionali e innovative, nell’ambito del settore agroalimentare, dell’enogastronomia e del turismo enogastronomico.

Il bando, che resterà aperto fino al 20 giugno, si rivolge a imprenditoriali individuali, società commerciali, cooperative, consorzi fra società e raggruppamenti temporanei d’impresa con sede legale in Italia, in grado di assicurare la realizzazione del progetto in tutti i suoi aspetti nel rispetto dei tempi e dei costi. In linea con la mission della Fondazione, costituiranno titolo preferenziale il coinvolgimento nel gruppo di lavoro di giovani (meno di 35 anni) e l’aver adottato un codice etico.

20 Aprile 2011