iPhone spioni, ora Apple modifica il software

PRIVACY

In risposta alle polemiche sulla geolocalizzazione degli utenti l'azienda annuncia nuovi limiti sulla capacità della cache e sul tempo di conservazione dei dati

di Andrea Ciccolini
In risposta alle polemiche sugli iPhone "spioni" oggi Apple annuncia l'intenzione di modificare i programmi che permettono di localizzare gli utenti degli smartphone. Il nuovo software modificato ha come obiettivo di diminuire il volume della cache (deputata alla conservazione dei dati) e di accelerarne la distruzione.

Apple ha ripetutamente precisato di non raccogliere dati sugli utenti: “Non lo abbiamo mai fatto e non abbiamo intenzione di farlo”, ha specificato nei giorni scorsi in seguito alle accuse secondo le quali l'azienda conserverebbe i dati sulla geolocalizzazione degli utenti. Apple ha spiegato che continuerà a conservare una banca dati dei punti di contatto wi-fi e dei cellulari per il tempo necessario a rendere più efficiente una serie di servizi, ma senza sfruttarli commercialmente.

27 Aprile 2011