Il sisma giapponese abbatte gli utili di Fujitsu

MERCATI

La società annuncia un crollo del 40% dei profitti netti. Calano anche i ricavi (-3,2%)

di F.M.
Il terremoto fa “vittime” anche tra i colossi dell’IT. Fujitsu ha annunciato un crollo del 40% dell'utile netto nel periodo 2010-2011, a seguito delle perturbazioni causate del terremoto dell'11 marzo, a fronte dei 55,09 miliardi di yen da 93,09 miliardi dell'anno precedente.
Come molte altre società giapponesi, Fujitsu non è oggi in grado di valutare con precisione l'impatto del sisma sui propri conti del prossimo anno, ma i danni agli impianti causati dal sisma hanno causato una perdita eccezionale di 11,6 miliardi di yen. Il gruppo ha sofferto di un mancato guadagno che- secondo una nota dell’azienda - ha ridotto l'utile operativo di 13 miliardi di yen. Durante l'anno fiscale chiuso a marzo, Fujitsu ha registrato un fatturato di 4,528,4 miliardi di yen (39,4 miliardi di euro), in calo del 3,2%, soprattutto a causa degli effetti negativi dei tassi di cambio. Il gruppo, però, ha diminuito le spese, migliorando così la redditività. L'utile operativo del gruppo è salito del 40,5% a 132,6 miliardi di yen (1,15 miliardi di euro).

28 Aprile 2011