Agenda digitale. Kruger: "100 giorni senza risposte"

L'INIZIATIVA

A tre mesi dall'iniziativa sottoscritta da oltre 100 fra top manager dell'Ict ed esponenti del web Italiano per accelerare la definizione di una strategia da parte delle istituzioni, la situazione non è mutata. "Il tema è ancora ai margini della discussione pubblica"

di Mila Fiordalisi
“A poco più tre mesi distanza dal lancio di Agenda Digitale non abbiamo ancora ricevuto, da parte delle istituzioni, le risposte che ci aspettavamo". E' quanto sottolinea Peter Kruger, fra i principali promotori dell’iniziativa "Diamo all'Italia una strategia digitale"  battezzata attraverso un "manifesto" pubblicato a tutta pagina sul Corriere della Sera sottoscritto da 104 fra top manager, esperti di Ict ed esponenti del Web italiano (12.000 i Facebook fan e oltre 22.000 i sottoscrittori che hanno aderito all’appello sul sito agendadigitale.org).

"A esattamente 100 giorni dal lancio dell’iniziativa, che ha lo scopo di valorizzare il digitale come elemento cardine per lo sviluppo culturale ed economico del paese, il tema del digitale è ancora posto ai margini della discussione pubblica mentre noi tutti siamo convinti che esso debba essere posto al centro di qualunque discussione attorno al futuro del paese”, puntualizza Kruger. “Per questo motivodato che la nostra preoccupazione cresce giorno dopo giorno, richiamiamo l'importanza di avviare ulteriori azioni del confronto sui temi legati al digitale, fino a quando le forze politiche, indipendentemente dagli schieramenti, non daranno un segnale concreto e propositivo”.

11 Maggio 2011