Google ad alzo zero sul business. Esce Chromebook, pc "da nuvola"

Debuttano sul mercato il 15 giugno i laptop "cloud oriented" prodotti da Samsung e Acer. In Italia le versioni 3G saranno dotate di sim 3 Italia

di M.S.
Debutteranno il 15 giugno in 7 Paesi, fra cui l'Italia, i Chromebooks, i primi laptop che girano sul sistema operativo di Google, Chrome: i primi esemplari sono realizzati da Samsung e da Acer. Un triplo colpo di mano del motore di ricerca: tenta l'approccio al mondo business, si espande oltre il Web in diretta concorrenza con Microsoft e Apple e punta a cavalcare l'onda cloud computing mettendo la prima bandierina sul futuro pianeta di "macchine da nuvola": l'accesso alle apps passa, con Chromebooks, direttamente dal browser. "Il browser è la piattaforma - dice l'azienda - e in quanto tale può interagire con memory card e altri accessori. Il nostro prodotto arriva in un momento di svolta che vede il desktop cedere progressivamente il passo al browser come piattaforma soprattutto in ambito business. Entro un anno l'85% di tutte le applicazioni saranno web-based".

Tra i modelli, tutti dotati di connettività wireless, presente anche la versione 3G. In particolare in Italia il Chromebooks 3G include una scheda sim di 3 Italia gratuita per il primo mese. Per quanto riguarda i prezzi, sul mercato italiano saranno stabiliti dalle aziende produttrici (Acer e Samsung), ma potranno essere acquistati secondo un modello “as a service” al costo di 21 euro per per le aziende e di 15 euro per le scuole. Negli Usa costerà inizialmente 340-499 dollari.

Altro punto di forza del Chromebooks la velocità di avvio (8 secondi), la durata della batteria (una giornata) e il sistema di protezione: non sarà necessario nessun anti-virus dal momento che Chromebooks si aggiorna automaticamente. "Il software migliora con il tempo", spiega l'azienda, aggiornandosi automaticamente con le ultime versioni e al momento stesso del rilascio: "In questo senso Chromebooks è il primo pc concepito per reagire agli attacchi alla sicurezza, un aspetto cruciale per il business". Una "difesa in profondità" garantita da molteplici livelli di protezione inclusi sandbox, data encryption e avvio certificato.

Secondo Sergey Brin, cofondatore dell'azienda californiana, saranno soprattutto le imprese a avvantaggiarsi del nuovo laptop. Tuttavia gli analisti non nascondono un certo scetticismo: "Google faticherà non poco per trovare posto nel mercato".

12 Maggio 2011