Sony, al via la ripresa del Playstation Network

FURTO DI DATI

Dopo l'attacco hacker che ha compromesso 100 milioni di dati di utenti dell'azienda giapponese, partito il graduale ripristino del servizio online

di P.A.
Sony ha avviato il ripristino graduale del servizio online Playstation Network, a quasi un mese dall'attacco hacker che aveva costretto la multinazionale nipponica a sospendere del tutto le operazioni, in seguito al furto dei dati personali di 100 milioni di utenti.

Secondo un comunicato di Sony diffuso a Tokyo, alcune funzionalità del servizio, tra cui il gioco online tramite la Playstation 3 e la console portatile Psp, sono stati ripristinatii nei mercati di Americhe, Europa, Australia, Nuova Zelanda e Medio Oriente.

Il colosso giapponese ha annunciato anche il ripristino graduale del servizio Qriocity, che permette di noleggiare musica e film, e della piattaforma di giochi su Internet sotto il marchio Sony Online Entertainment. In queste ore Sony sta distribuendo un aggiornamento software di sicurezza per la Playstation 3, che richiede agli utenti di cambiare la password prima di poter accedere ai servizi online.

"Voglio esprimere il mio sincero rammarico per i disagi causati da questo incidente e ringraziare tutti per la pazienza dimostrata - ha detto Kazuo Hirai, numero due di Sony e capo della divisione videogiochi del gruppo, aggiungendo che l'azienda ha intrapreso "azioni aggressive a tutti i livelli" per salvaguardare i dati personali degli utenti.

Sony, che offrirà contenuti gratuiti a titolo di parziale risarcimento per i disagi, punta a ripristinare entro la fine di maggio i servizi online in tutti i mercati internazionali. In quella che è considerata come una delle più gravi intrusioni nella storia di Internet, Sony ha confermato il furto delle informazioni personali di oltre 100 milioni di utenti registrati, 77 milioni di clienti Playstation Network e Qriocity e altri 24,6 milioni del servizio di giochi online per computer.

16 Maggio 2011