Ibm, Roma "capitale" della business continuity

DATA CENTER

Al Tecnopolo Tiburtino il nuovo centro di Recovery Services per la sicurezza e la resilienza delle aziende. Il 7 giugno l'inaugurazione

di F.Me.
Roma diventa capitale della business continuity. Ibm inaugurerà il 7 giugno al Tecnopolo Tiburtino un nuovo centro di Business Continuity e Recovery Services (Bcrs) da 1000 metri quadri che va ad aggiungersi a quello di Settimo Milanese e alle altre 158 strutture sparse in tutto il mondo.

Molteplici saranno i servizi offerti dalla nuovo centro: si va dalla business continuity e disaster recovery al backup e il restore dei dati, in modalità cloud, oltre all’housing delle infrastrutture, primarie o secondarie, per aziende alla ricerca di elevati standard di qualità.

Il nuovo data center si caratterizza per livelli di sicurezza e di resilienza al vertice della categoria, secondo gli standard definiti da Ibm a livello globale, e per il ricorso alle più avanzate tecnologie disponibili sul mercato. Ne sono un esempio quelle dedicate al “power” e al “cooling” che hanno ottenuto un coefficiente Pue (Power Unit Efficiency) pari a 1,3.

Il Tecnopolo Tiburtino fornirà alla struttura un servizio idrico a temperatura costante, permettendo così l’utilizzo di acqua sia per il sistema di condizionamento sia per quello di raffreddamento degli impianti.
“Ibm Bcrs – spiega la società in una nota - opera in Italia con un’organizzazione composta da specialisti in grado di assistere le aziende dalla fase della strategia, attraverso servizi di analisi dell’impatto sul business e di pianificazione della sua continuità, fino alla fornitura delle operazioni”.

Anticipando le altre strutture Ibm a livello europeo, Bcrs Italia ha ottenuto le certificazioni Iso 9001 "Quality Management System", Iso/Iec 27001 "Information Management System" e BS 25999 "Business Continuity Management System".

24 Maggio 2011