Gentiloni: tv digitale, a rischio emittenza locale

L'ex ministro alle Comunicazioni: "Il governo smetta di mantenere anche nel Dtt posizioni dominanti eccessive in mano a Mediaset e Rai"

di R.C.
'Occorre evitare il rischio che la transizione al digitale terrestre invece che produrre un generale aumento dell'offerta e del pluralismo, finisca per sacrificare l'emittenza locale. Il problema e' risolvibile a condizione che il Governo torni indietro dall'idea di mantenere anche nel digitale terrestre delle posizioni dominanti eccessive in capo a Mediaset e Rai'. Lo ha detto il presidente del Forum nazionale Itc del Pd ed ex ministro Paolo Gentiloni intervenuto oggi a Firenze a un incontro del gruppo Pd in Consiglio regionale intitolato 'Il digitale cambia la Tv'.

Secondo Gentiloni proseguire in questa direzione 'sarebbe un paradosso e una violazione della legge in materia che prevede che un terzo delle frequenze televisive siano appannaggio delle tv locali. Se il Governo intende andare avanti si rischia l'impaludamento perche' le emittenti locali, avendo la legge dalla propria parte, faranno molti ricorsi e bloccheranno tutto'.

10 Giugno 2011