Agcom: Mediaset supera Sky per ricavi

RELAZIONE ANNUALE AGCOM

La tv del Biscione torna in testa alla classifica degli introiti del settore (2.770 milioni), con la Rai in terza posizione (2.553 milioni). La tv satellitare a quota 2.630 milioni. Il presidente Calabrò: "Nella raccolta pubblicitaria Mediaset attira il 56% delle risorse pubblicitarie"

di M.S.
Mediaset supera Sky nel 2010 e torna in testa alla classifica dei ricavi del settore tv, con la Rai in terza posizione. E' la novità che emerge dalla Relazione annuale dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presentata oggi alla Camera dal presidente Corrado Calabrò.

"Il sistema televisivo italiano - sottolinea Calabrò nella Relazione, citando i dati dello scorso anno - cresce del 4,5% in termini di risorse e si consolida in una tripartizione delle stesse tra Rai, Mediaset e Sky: Mediaset rappresenta il 30,9% delle risorse complessive, Sky il 29,3%, Rai il 28,5%".

In particolare, si legge nella Relazione, Mediaset cresce nei ricavi dell'8.1% e nel 2010 è a quota 2.770,60 milioni di euro (contro i 2.562,98 del 2009), Sky registra un +1.8% e raggiunge i 2.630,76 milioni (nel 2009 era a 2.583,18 milioni), la Rai ottiene un +2.5% e raccoglie 2.553,84 milioni (2.490,25 nel 2009). Segue a netta distanza Telecom Italia con una fetta dell'1.8% (seppur con una crescita del 4.9% dai 152,68 milioni del 2009 a 160,17 del 2010).


"Nella raccolta pubblicitaria, Mediaset - precisa Calabrò - con il 38% degli ascolti, attira il 56% delle risorse pubblicitarie; Sky meno del 5%. La Rai, con circa il 41% degli ascolti, controlla il 24% della pubblicità, essendo sottoposta a "uno stringente limite di legge".

Nell'andamento degli ultimi due anni, Mediaset ha visto aumentare i ricavi da spot dai 2.251,45 milioni del 2009 ai 2.413,50 del 2010 e quelli da offerte pay da 311,53 milioni a 357,10 milioni, mentre Sky ha aumentato la raccolta di pubblicità da 154,67 milioni a 190,5 milioni e i ricavi da tv a pagamento da 2.428,50 milioni a 2.440,17 milioni. Per la Rai, i ricavi da canone sono cresciuti da 1.531,53 milioni del 2009 a 1.558,44 del 2010, gli introiti pubblicitari da 909,90 milioni a 946,58 milioni.

14 Giugno 2011