Pace fatta fra la stampa francese e Google

LA SVOLTA

L'ePresse Premium Consortium, il consorzio che raccoglie i maggiori quotidiani transalpini, sigla due contratti con il motore mettendo fine a una guerra durata due anni. A dicembre partirà il borsellino elettronico per l'acquisto di contenuti. E si lavora allo sviluppo congiunto di un nuovo servizio di informazione

di Paolo Anastasio
Pace fatta fra la stampa francese e Google News, dopo che meno di due anni fa i giornali transalpini avevano attaccato a muso duro il motore di ricerca per l'uso disinvolto del content giornalistico.

Lo rende noto Les Echos, precisando che l’ePresse Premium consortium, che raccoglie i maggiori quotidiani francesi - Les Echos, Le Figaro, Liberation, Le Parisien, L'Equipe e tre grosse riviste – hanno sottoscritto due contratti con Google.

Il primo riguarda l’utilizzo di Google One Pass, un sistema di borsellino elettronico che sarà lanciato a dicembre con la app ePresse per Android. Gli utenti potranno acquistare quotidiani e riviste al marketplace virtuale di ePresse da pc, Mac, iPad ecc. Con una semplice user ID, sarà possibile pagare online con un click, come su iTunes di Apple.

Sarà possibile l’acquisto di contenuti a pacchetto, mentre oggi l’acquisto è riservato ad acquisti singoli. Google tratterrà una commissione del 10% sulle vendite (tre volte meno rispetto ad Apple) a fornirà agli editori i dati degli acquirenti, diversamente da quanto fa Apple che trattiene i dati per sé. One Pass è già in commercio negli Usa e in altri paesi europei.

Il secondo accordo fra ePresse Premium e Google riguarda lo sviluppo congiunto di un nuovo servizio di informazioni, e in più entro il 2012 saranno quattro i progetti congiunti fra Goolge e la stampa francese.

Sembra che il motore di ricerca tenga in considerazione il mondo degli editori. Da qualche tempo nella home page di Google News France è comparso un nuovo campo, “La scelta degli editori”, dove I quotidiani possono mettere in evidenza contenuti per generare traffic in più sui loro siti.

10 Novembre 2011