Videogiochi made in Italy sotto la lente degli esperti

AESVI

Domani a Roma si apre la terza edizione del "Games Forum" organizzato da Aesvi in collaborazione con l'onorevole Antonio Palmieri. Obiettivo: fare il punto sul futuro dell'industria ludica in Italia mettendo a confronto i player del settore e le istituzioni

di E.L.
Si terrà domani a Roma, presso Palazzo San Macuto, la terza edizione del Games Forum, un momento di incontro e confronto tra le Istituzioni e i principali attori dell’industria videoludica italiana organizzato da Aesvi, in collaborazione con l’onorevole Antonio Palmieri (clicca qui per scaricare l'agenda dei lavori). L’idea nasce dall’esperienza francese dove, da quattro anni a questa parte, l’Assemblea Nazionale ospita con successo “Les Assises du Jeu Video”.

Il dibattito ruoterà quest’anno attorno al tema “Videogiochi Made in Italy: un’opportunità per i giovani e per il Paese” partendo dalla presentazione della relazione introduttiva realizzata dal Centro di Ricerca Ask dell’Università Bocconi dal titolo “Lo scenario internazionale del Game Development e le leve di sviluppo per il contesto italiano”.

A seguire una sessione tecnica che mirerà ad approfondire le potenzialità del Sistema Italia e una sessione politica in cui ci si interrogherà sulle misure che possono mettere in atto le Istituzioni per sostenere la crescita del settore videoludico italiano insieme ad alcuni ospiti illustri come l’onorevole. Giovanna Melandri e il senatore Maurizio Sacconi. A chiudere i lavori interverrà il Vice Presidente della Camera dei Deputati Maurizio Lupi.

L’evento gode del patrocinio della Camera dei Deputati, del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

28 Novembre 2011