I contenuti si condividono con Facebook

YAHOO!

Annunciato Yahoo! Activity, nuova funzionalità che permette agli utenti di condividere gli articoli letti su Yahoo! Notizie con i propri contatti di Facebook e di scoprire cosa hanno letto i propri amici su Yahoo!.

Questa nuova funzionalità permette ai 17 milioni di utenti che visitano ogni mese Yahoo! Notizie in Europa di gestire i contenuti in modo social. Negli Stati Uniti Yahoo! Activity lanciata in occasione dell’F8 a settembre, più di 11 milioni di utenti hanno attivato questa funzionalità social e si è registrato un aumento del 600% del traffico da Facebook a Yahoo! Notizie.

"Yahoo! Notizie offre una vasta scelta di contenuti su web attraverso una combinazione di editori locali, tecnologie avanzate e, ora i vostri amici", ha detto Lorenzo Montagna, Amministratore Delegato e Direttore Commerciale di Yahoo! Italia. Proprio di recente, Facebook ha presentato le sue storie più comuni del 2011 e delle 40 storie 12 di queste provengono da Yahoo!. Yahoo! Activity rende più semplice la condivisione e la ricerca dei contenuti sia su Yahoo! Notizie che su Facebook".

Yahoo! Activity consente agli utenti di scoprire e condividere le notizie che stanno consultando su Yahoo! attraverso aggiornamenti su Facebook. Un semplice processo basato sul consenso preventivo permette ad ogni singolo utente di controllare quello che vuole condividere in qualsiasi momento:
• Controlla ciò che condividi - Grazie al consenso preventivo, gli utenti possono visualizzare gli articoli che gli amici di Facebook hanno recentemente letto sia su Yahoo! che sul profilo di Facebook, anche se è facile attivarla e disattivarla ed eliminare elementi.
• Visualizza Yahoo! Activity – Grazie alla nuova funzionalità è possibile vedere gli amici di Facebook e cosa stanno leggendo su Yahoo! Notizie in una nuova "facebar" nella parte superiore dell’home page.

La funzionalità Yahoo! Activity sarà disponibile in altre proprietà multimediali sul network di Yahoo! e lanciati in altri mercati internazionali nei prossimi mesi.

14 Dicembre 2011