La svolta di Twitter: pronti all'autocensura

SOCIAL

In vista di un'espansione nel mercato cinese il microblogging si adegua alle richieste del governo di Pechino: i messaggi "sgraditi" subiranno un blocco preceduto da una notifica. E per protesta la comunità Web minaccia una giornata di silenzio sulla piattaforma dell'uccellino

di Federica Meta

L’uccellino di Twitter si (auto)tarpa le ali. In un post sul blog aziendale, la società annuncia di essere pronta a  bloccare la pubblicazione dei messaggi nei singoli Paesi, qualora fosse richiesto per motivi legali. “Continuando a crescere a livello internazionale, entriamo in Paesi che hanno idee diverse sui limiti della libertà di espressione – spiega il post – E alcuni sono talmente lontani dalle nostre idee che non riusciremo ad esistere in questi Paesi”.

Twitter non era in grado di cancellare i tweet a livello nazionale ma – prosegue il post – “a partire da oggi, possiamo intervenire per ritirare i contenuti pubblicati dagli utenti di uno specifico Paese, lasciandoli invece a disposizione nel resto del mondo”.

 “Non abbiamo ancora fatto ricorso a questa nuova funzionalità – precisa il microblogging - ma se ci fosse presentata la richiesta di ritirare un tweet in uno specifico Paese,  informeremo l'utente e indicheremo in modo chiaro quando il messaggio sarà ritirato”.

L’annuncio segue - non a caso - di qualche settimana la visita a Shanghai dal presidente e cofondatore del sito Jack Dorsey che aveva definito la non possibilità di sbarcare nel mercati cinese “spiacevole e deludente”. 

Dopo la pubblicazione del post è subito scattata la protesta della  blogosfera nei confronti della nuova politica di Twitter: per avere un'idea di come stia montando il dissenso si può seguire l'hashtag #TwitterCensored. E sono molti gli utenti che si coagulano attorno a una forma di protesta - smettere di usare il microblog per un giorno - che domani potrebbe vedere Twitter particolarmente desolato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 27 Gennaio 2012

TAG: twitter, censura

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store