Matrimonio Ibs.it-Altair: via al maxi-polo italiano dell'editoria

LA FUSIONE

Il gruppo Giunti & Messaggerie annuncia la fusione in Internet Bookshop Italia della società di Melbookstore. La nuova entità ha un fatturato di 100 milioni di euro, circa 260 addetti, 9 negozi. Riflettori puntati sul digitale

Il gruppo Giunti & Messaggerie annuncia la fusione in Internet Bookshop Italia (Ibs.it) della società Altair (Melbookstore). Nasce quindi un nuovo soggetto di primaria grandezza nel panorama italiano del commercio di libri e prodotti home video e musicali con un fatturato complessivo di 100 milioni di euro, circa 260 addetti, 9 grandi negozi con una superficie complessiva di 8000 mq, un magazzino centrale di 9000 mq, i siti internet Ibs.it, MYmovies.it e Wuz.it. Tutti i negozi saranno contrassegnati dal marchio Ibs.it.

Agli 8 negozi esistenti (Roma, Firenze, Bologna, Padova, Bergamo, Ferrara, Mantova, Novara) si aggiungerà il 17 maggio il nuovo punto vendita di Lecco in via Cavour, la prima libreria ad essere aperta sotto l’insegna Ibs.it.

I principali punti di forza dell’operazione risiedono nell’ampia popolarità del marchio Ibs (attivo nelle vendite online di libri, home video e cd musicali, oltre 1,8 milioni di clienti, 3 milioni di visitatori unici ogni mese sul proprio sito) e nella forte propensione delle librerie ex-Mel a offrire un servizio di qualità ai propri clienti, un ampio assortimento, prezzi e offerte convenienti, tutte caratteristiche proprie anche di Ibs.

Particolare attenzione verrà destinata alla nuova frontiera digitale, sia nella presentazione dell’offerta sia nell’assortimento di prodotti e servizi ad essa collegati. Saranno realizzate forti sinergie tra acquisti online e offline, sia in tema di programmi fedeltà per i clienti (Ibs Premium sarà presente con grandi vantaggi anche nei negozi, come pure sarà possibile accumulare punti del programma Nectar), sia per quanto riguarda l’ampiezza dell’assortimento: in tutti i negozi sarà sempre possibile acquistare, oltre ai prodotti esposti,  anche altri 4 milioni di prodotti presenti nel catalogo di Ibs.it.

Verranno anche ulteriormente migliorati e ampliati i servizi collegati alla vendita del libro scolastico (in collaborazione con Libraccio.it) e alla vendita/acquisto del libro usato e di occasione.

"Con l’apertura del primo negozio a marchio Ibs.it e la conversione delle librerie Melbookstore in Ibs.it bookshop, rompiamo definitivamente la barriera tra mercato del libro fisico e mercato del libro digitale nel segno dell’innovazione al servizio del lettore del futuro. Alla leadership nella vendita di libri, prodotti home video e musicali vogliamo affiancare la leadership anche nella vendita dei prodotti digitali", ha detto Alberto Ottieri, presidente di Giunti & Messaggerie.
 

Ibs ha iniziato la propria attività il 3 giugno 1998 ed è l'azienda leader in Italia nella vendita online di libri, home video e prodotti musicali. Ibs ha oltre 1,7 milioni di clienti ed è visitato da 2,7 milioni di utenti unici ogni mese. Ha chiuso il 2011 con ricavi in netta crescita raggiungendo i 70 milioni di  euro di fatturato. Nel dato è incluso anche il risultato di Libraccio.it, il marchio storico del libro scolastico e d’occasione, sbarcato online grazie alla partnership con Ibs nel 2009, che chiude il suo terzo anno a quota 9 milioni di euro con una crescita del 55% rispetto al 2010.

In più di un decennio, Ibs.it ha inoltre ampliato la propria offerta diventando uno dei principali poli Internet nel settore dell’entertainment. In quest’ottica si leggono: la creazione nel 2006 del sito Wuz.it, l’acquisizione nel 2007 del 66% di MYmovies.it la più vasta risorsa online in lingua italiana interamente dedicata al cinema, la nascita nel 2008 della concessionaria di pubblicità MYads, la creazione nel 2009 (in società con Libraccio) di Libraccio.it oggi leader nella vendita online di libri scolastici nuovi e usati. Ibs offre il più ampio assortimento oggi disponibile in Italia di prodotti librari e audiovisivi: oltre 6 milioni di prodotti tra libri italiani e inglesi, CD, Vinili, DVD, Blu-ray, Videogiochi, ebooks, file MP3.
Melbookstore

La prima libreria Melbookstore è stata aperta a Roma nel 1995. Nel 2011 le 8 librerie Melbookstore hanno superato i 30 milioni di ricavi lordi. Le librerie si caratterizzano come punti vendita di grandi dimensioni nelle principali vie commerciali dei centri storici di importanti città italiane (Bologna, Firenze, Ferrara, Padova, Roma, Novara, Mantova, Bergamo) dove l’architettura e gli arredi disegnano spazi capaci di trasferire il piacere dell’intrattenimento culturale: importante il contributo fornito dallo Studio Zanuso e Associati e dallo Studio grafico Rossetti.

Melbookstore offre un assortimento di prodotti unico nel suo genere, una scelta molto ampia di titoli che spazia dalle novità ai classici, alla scolastica nuova e usata, home video, cd e vinili, cartoleria, giochi. Da Melbookstore si possono anche vendere e comperare libri usati di varia e scolastici. Grande importanza riveste l’attività degli eventi e delle presentazioni all’interno delle librerie con un fitto calendario di incontri con autori e personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 17 Aprile 2012

TAG: Internet Bookshop Italia, ibis.it, melbookstore, Altair

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store