Giornali online, in Toscana bando da 350mila euro

EDITORIA DIGITALE

Possono fare domanda le Pmi titolari di testate giornalistiche in Rete non controllate da società editrici di giornali cartacei con tiratura superiore a 10mila copie o titolari di frequenze digitali. E' la prima volta in Italia

di P.A.

Un sostegno in favore di testate giornalistiche online di proprietà di piccole e medie imprese, e operanti in Toscana: è l'obiettivo del bando regionale presentato dall'assessore alla cultura della Regione Cristina Scaletti, oggi in occasione di 'Dig.It', il primo evento nazionale dedicato al giornalismo digitale, in corso nell'auditorium di S.Apollonia a Firenze. Il bando, il primo del genere in Italia, ha uno stanziamento di circa 350mila euro.

Dig.it è organizzato dall'Associazione stampa toscana in collaborazione con Lsdi e il gruppo di lavoro sul giornalismo digitale Digiti. Nel corso dell'incontro è stato spiegato che il bando regionale, che sarà pronto entro fine mese, prevede la concessione di un aiuto in conto capitale fino al 50% delle spese sostenute per l'investimento, ad esempio, per l'adeguamento degli impianti, acquisto di hardware e software, spese di consulenza.

I soggetti ammessi a presentare domande sono le piccole e medie imprese in possesso di requisiti come la titolarità di testate giornalistiche online, registrate presso un tribunale all'interno della circoscrizione in cui la testata ha la redazione; l'iscrizione nel registro degli operatori della comunicazione (Roc) presso l'Agcom; che non risultino controllate da società che editino anche testate giornalistiche cartacee, quotidiane o di altra periodicità, con diffusione interregionale e/o nazionale o con una tiratura superiore alle 10mila copie; e che non siano titolari di concessioni di frequenze radiotelevisive digitali.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 05 Luglio 2012

TAG: toscana, regione, bando, testate online, Pmi

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store