Giovanni Stella (TI Media): "Vendita separata per tv, torri e frequenze"

LA CESSIONE

L'ex Ad e attuale consigliere di Telecom Italia Media annuncia: "Gli asset saranno ceduti singolarmente". Per le frequenze 15 candidature

di P.A.

"Ci sarà una separazione delle tv dalle torri e dalle frequenze, che presumibilmente saranno vendute in modo separato, ma decide il cda. Questo non significa che Mtv sarà venduta separatamente da La7, il pacchetto tv si vende tutto insieme". Così Giovanni Stella, ex ad e attuale consigliere di TI Media, che ieri ha fatto il punto sulla dismissione della società dalla capogruppo Telecom Italia.

Il manager non è voluto entrare nei dettagli dell'operazione: ''Non dovete chiedere a me - ha risposto ai giornalisti - ma al dottor Andrea Mangoni, Direttore Administration, Finance and Control & International Development Telecom Italia. Qualcosa so, ma è molto poco, e quel poco che so non mi autorizza a rilasciare dichiarazioni, non sono un beccaccione".

Il manager ha confermato che per "frequenze e tv sono arrivati 15 interessamenti. Entro fine mese manderemo l'information memorandum, poi si apriranno le solite procedure di gara". Nel primo semestre del 2012 le tv hanno ottenuto ricavi pubblicitari superiori del 16% rispetto allo stesso periodo del 2011, per La7 la crescita è stata del 12%.

TI Media conferirà le sue tv nella newco La 7 srl il primo settembre. La decisione si ascrive nel piano della controllante Telecom Italia di dismettere le attività 'non core' e concentrarsi sulle telecomunicazioni. In concomitanza con il conferimento, i dipendenti di Telecom Italia Media che saranno trasferiti in La 7 proseguiranno nel loro rapporto di lavoro con lo stesso trattamento economico e normativo di cui godono.



 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 06 Luglio 2012

TAG: ti media, mtv, operatore rete, la7, l'espresso, cnn, al jazeera, discovery, sky, Giovanni Stella, andrea mangoni

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store