TI Media, nessuna vendita all'orizzonte. Telecom smentisce le offerte

MERCATI

Nonostante la smentita della compagnia il titolo vola il Borsa (+15,6%)

di Patrizia Licata
TI Media prende il volo (+15,6%) in Borsa e tocca anche i massimi dell’anno nel corso della seduta di ieri (0,1396) dopo che si sono diffuse le voci di “sostanziose offerte in arrivo dall’estero per l’intero pacchetto, compresi i multiplex e l’infrastruttura digitale, le attuali reti analogiche e digitali e l’agenzia stampa Tm news/Apcom”, leggiamo su Finanza e Mercati. E ciò nonostante Telecom Italia abbia “categoricamente” smentito ogni rumour. Spiega il giornale economico: “Telecom Italia (a cui fa capo il 69,2% del capitale), da qualche tempo, sta sondando il terreno per cedere l’infrastruttura digitale (insieme ad HanseNet e a Sparkle) la cui cessione dovrebbe migliorare la struttura finanziaria del gruppo. Ma le indiscrezioni di una uscita di Telecom Italia dall’universo televisivo si rincorrono ormai da anni. Le frequenze, per quanto care (il gruppo tratta a 2 volte le vendite attese per i prossimi due esercizi e dovrebbe chiudere con 346 milioni di debiti), rappresentano un asset strategico per chiunque voglia costituire un ulteriore polo tv alternativo nel Bel Paese. La missione non è impossibile ma, a giudizio degli esperti, potrebbe essere scoraggiata più dalla politica che dal prezzo”.

17 Settembre 2009