La scure del risarcimento si abbatte su Google Books

EDITORIA

Stando ai termini del Settlement autori ed editori possono farsi risarcire 60 dollari per ogni opera digitalizzata senza autorizzazione

di Federica Meta
Google Books continua a farsi nemici. Dopo l'intervento dell'Aie (Associazione editori italiani) che ha presentato alla Corte di New York le obiezioni formali al progetto di Mountain View, sottolineando il pericolo di monopolio, tocca all'Aidro (Associazione italiana per i diritti di riproduzione delle opere di ingegno) passare all'attacco. L'associazione si è infatti impegnata a supportare editori e autori italiani a richiedere il risarcimento per le opere digitalizzate senza autorizzazione così come previsto dal Settlement (l'accordo transattivo tra Mountain View e le associazioni di autori ed editori Usa che aspetta l'approvazione della Corte di New York), secondo cui sarà possibile reclamare un risarcimento di 60 dollari per ciascuna opera pubblicata prima del 5 gennaio 2009 e digitalizzata entro il 5 maggio 2009.

''Attraverso il conferimento di un mandato esplicito degli aventi diritto italiani, ci impegniamo a gestire, per conto degli editori ed autori, il recupero delle somme previste a compenso forfetario (cash payment), a copertura delle opere digitalizzate senza autorizzazione'', fanno sapere da Aidro.

Nello specifico l'associazione agirà su quattro fronti: l'identificazione dei libri digitalizzati: Aidro controllerà la presenza nella banca dati Google dei libri digitalizzati di autori ed editori mandanti e identificherà quelli per cui si potrà richiedere il cash payment; rivendicazione del cash payment: si comunicherà a Google gli Isbn e altri elementi essenziali di tutti i libri su cui autori ed editori mandanti detengono dei diritti; la distribuzione del cash payment tra autori ed editori; la disposizione dei diritti: sulla base delle istruzioni di autori ed editori, Aidro comunicherà a Google le modalità di gestione dei diritti sui libri, dalla completa rimozione all'autorizzazione di uno o piu' ''display use''.

Il termine per la presentazione delle richieste di risarcimento è il 5 gennaio 2010.

17 Settembre 2009