Agcom, nessun operatore televisivo viola i limiti antitrust

TV

L'Authority ha deliberato a maggioranza che nessun broadcaster  supera il limite del 20% dei programmi imposto dalla legge

Nessun operatore televisivo sfora il limite del 20% dei programmi, sia in analogico sia in digitale, imposto dalla legge. A stabilirlo oggi con un voto a maggioranza l'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, che aveva aperto un'istruttoria in base a un esposto di Altroconsumo contro Mediaset. Il Consiglio dell'Agcom, esaminandoo gli esiti dell'indagine condotta sulla verifica dei limiti previsti dall'articolo 43 del Testo Unico della Radiotelevisione, ha deliberato che “dagli accertamenti condotti sulla base delle valutazioni dei titoli abilitativi e delle autorizzazioni rilasciate per i programmi, allo stato nessun operatore eccede il limite del 20% della capacità trasmissiva stabilita dalla legge”. L'Autorità ha tuttavia deciso di avviare un ulteriore approfondito esame della situazione e di effettuare verifica per quanto attiene le caratteristiche dei vari contenuti.

23 Settembre 2009