Consiglio nazionale utenti, a rischio il Comitato media & minori

AGCOM

L'appello del Cnu al governo perché il Mise sblocchi la ricostituzione dell'organismo a tutela degli utenti: "Comportamento dilatorio che danneggia i minori"

di L.S.

Il Consiglio Nazionale degli Utenti organismo istituito dalla legge n. 249/97 presso l’Agcom, riunito sotto la presidenza di Luca Borgomeo ha per l’ennesima volta affrontato il problema della mancata ricostituzione del Comitato Media e Minori (bloccato da oltre 1 anno).

Il Cnu rileva con profonda preoccupazione che, nonostante gli appelli e le esplicite richieste, di associazioni di utenti, di telespettatori, di genitori, di persone con disabilità,  da parte del Ministero dello Sviluppo Economico non solo non si è provveduto a ricostituire il Comitato, ma non si è nemmeno ritenuto opportuno riscontrare le richieste e, soprattutto, spiegare il gravissimo ritardo.

Il Cnu rileva che il Governo ha l’obbligo – non la facoltà – di ricostituire il Comitato Media e Minori, che è uno dei pochi strumenti di tutela dei minori nei confronti delle emittenti televisive che spesso violano impunemente le norme del Codice di autoregolamentazione TV e Minori,  con  programmi offensivi della dignità dei minori e negativi per la loro formazione.

Il Cnu fa appello al Governo, al Parlamento, alla Commissione Bicamerale per l’Infanzia, al Garante per l’Infanzia perché, ognuno nell’ambito delle proprie competenze, si adoperi per mettere finalmente la parola fine ad un comportamento dilatorio che danneggia notevolmente i minori.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 18 Dicembre 2012

TAG: Consiglio Nazionale degli Utenti, agcom, luca borgomeo

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store