Iptv, più di 100 milioni di abbonati nel 2013

TV DEL FUTURO

Pyramid Research: Asia-Pacifico traino della crescita grazie alla Cina. La Tv via Internet rappresenterà quasi il 16% degli abbonamenti mondiali alla pay-Tv entro il 2017, con revenues di 44 miliardi di dollari

di Patrizia Licata

Sfonderanno quota 100 milioni gli abbonamenti globali alla Iptv nel 2013, secondo le previsioni di Pyramid Research, e l’incremento più importante si registrerà nella regione dell’Asia-Pacifico, grazie alle molteplici iniziative con cui China Telecom sta puntando ad ampliare la sua base utenti dell’Iptv. La tv su protocollo Internet arriverà a rappresentare una quota del 15,8% del mercato della pay-Tv entro il 2017, contro uno share del 9,3% l’anno scorso.

"Su scala mondiale, gli abbonamenti alla Iptv sono cresciuti a un tasso annuale Cagr del 40% fra il 2008 e il 2012," nota Guillermo Hurtado, associate analyst di Pyramid Research.

I tre mercati più grandi per l’Iptv sono Cina, Francia e Stati Uniti. Ciascuno contava oltre 10 milioni di abbonati alla fine del 2012; insieme queste tre nazioni rappresentano circa il 53% del mercato globale. Ma su base regionale, è l’Asia-Pacifico il mercato più vasto, con più di 38 milioni di abbonamenti a fine 2012.

Europa occidentale e Nord America hanno il più alto tasso di penetrazione tra le famiglie, rispettivamente il 14,4% e l’8,8%, mentre i tassi più bassi di penetrazione dell’Iptv nelle case si registra in America Latina (0,6%) e Medio Oriente e Africa (0,3%)

A livello di fatturato, il mercato dell’Iptv vedrà crescere il suo valore tra il 2012 e il 2017 del 16% annuo, secondo Pyramid Research, toccando i 44 miliardi di dollari di revenue a fine 2017.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 21 Marzo 2013

TAG: Iptv, China Telecom, Guillermo Hurtado, Pyramid Research

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store