Twitter apre la pubblicità ai privati

STRATEGIE

La piattaforma di microblogging punta a incrementare le revenue togliendo le barriere al programma di advertising. Singoli utenti e piccole aziende potranno promuovere brand e prodotti con tweet e account ad hoc

di Veronica Benigno

Sebbene appaiano ancora con discrezione, gli annunci pubblicitari su Twitter sono in continuo aumento. Kevin Weil, direttore della pubblicità del social network ha infatti annunciato una grossa novità: tutti gli utenti statunitensi potranno comprare spazi per le proprie inserzioni o sponsorizzare il proprio profilo, in modo da renderlo più visibile a tutti gli iscritti che accedono alla piattaforma tramite cellulare, tablet o pc.

“Nel corso dell’ultimo anno abbiamo prestato attenzione al feedback da migliaia di aziende e persone che hanno avuto accesso allo strumento - recita il blog ufficiale di Twitter - e grazie alle risposte positive abbiamo deciso di aprire a tutti gli utenti degli Stati Uniti”. Adesso basterà uno smartphone per accedere alla pagina self-service sul sito (business.twitter.com) e inserire un annuncio o promuovere un singolo tweet.

L'annuncio è arrivato a margine del TechCrunch Disrupt di New York, una grande manifestazione per start up. Non è un caso, visto che proprio le aziende neonate hanno bisogno proprio di acquisire maggiore visibilità contenendo, se possibile, i costi. Niente di meglio, dunque, di una strategia di comunicazione social.

Dal 2010, anno in cui Twitter ha iniziato a ospitare l'advertisement, ha ottenuto risultati sempre più importanti, muovendosi su più fronti, con accordi di grandi e piccole dimensioni, ma ugualmente strategici. Ad esempio, perfetto contraltare all'apertura ai privati Usa, la scorsa settimana è stato  siglato un accordo con l'agenzia Starcom MediaVest Group, che ha fra i suoi clienti multinazionali del calibro di Coca Cola, per una sinergia pubblicitaria fra tv e social network.

Secondo le previsioni di eMarketer, la semina di Twitter porterà i suoi frutti. Si stima infatti che entro l'anno prossimo, il social network sarà capace di guadagnare ben un miliardo di dollari dalla pubblicità. Resta solo da capire fino a che punto Jack Dorsey, fondatore della piattaforma, spingerà i risultati prima di fare il suo ingresso trionfale a Wall Street.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 02 Maggio 2013

TAG: twitter, techcrunch disrupt, emarketer, jack dorsey, kevin weil

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store