Sky debutta nel digitale terrestre free. Affitterà frequenze da De Benedetti

LA GUERRA DELLE TV

Debutto il primo dicembre per "Cielo", canale free di News Corp. Stations Europe, divisione di News Corp. di Murdoch

di Roberta Chiti
Trasmetterà appoggiandosi sulle frequenze inutilizzate di proprietà del Gruppo editoriale L'Espresso controllato da Carlo De Benedetti il nuovo canale con cui Sky debutta nella tv gratuita su digitale terrestre.

Sky di nuovo al contrattacco. Dopo l’escamotage della chiavetta Usb, l’emittente satellitare tenta di arginare i risultati fiscali deludenti (l'utile operativo di Sky Italia ha registrato una flessione di 37 milioni di dollari attestandosi sui 128 milioni), lo stop nella crescita di abbonamenti (dovute al raddoppio dell'Iva) e l’ultimo smacco sui diritti di trasmissione del calcio di serie A, la tv di Murdoch sfora i confini del business satellitare "per dare l'attacco a Mediaset" scrive il Wall Street Journal.

Il nuovo canale, battezzato Cielo (l’italianizzazione di “Sky”), ha dietro le spalle Stations Europe, divisione della News Corp. di Rupert Murdoch. Sbarcherà dal primo dicembre nel panorama italiano della tv gratuita. Saranno utilizzate l'esperienza e delle infrastrutture di Sky Italia, con in più alcuni programmi e produzioni originali della piattaforma. Il telegiornale sarà Sky Tg24, trasmesso in contemporanea con Sky Italia. Gary Davey, attuale cfo (direttore finanziario) di News Corporation Stations Europe sarà anche general manager del nuovo canale.

"Il canale Cielo - dice Davey - arricchirà l'offerta disponibile sul digitale terrestre in Italia, portando più concorrenza in un settore attualmente dominato da Mediaset e Rai. In considerazione del fatto che arriva nelle case degli italiani mentre il passaggio verso il digitale terrestre sta progredendo rapidamente, e che il canale realizzerà sinergie con gli investimenti già effettuati da Sky Italia, siamo convinti che 'Cielo' si dimostrerà presto un altro investimento di successo per News Corporation in Italia". Inoltre Davey si augura di raggiungere "con 'Cielo' uno share vicino a quello dei due principali canali in chiaro che operano sul digitale terrestre, ovvero Boing e Rai 4". Cielo utilizzerà capacità trasmissiva di terzi (L’Espresso appunto), e, al momento del lancio, a dicembre, raggiungerà un bacino di circa 12 milioni di famiglie. La programmazione sarà un mix tra serie tv, film, quiz, reality show e news.

L’ingresso di News Corp nel digitale terrestre italiano presenta alcuni nodi. Quando l’Ue ha approvato la nascita di Sky Italia nel 2003 ha contestualmente inibito News Corp dall’acquisizione di canali in digitale terrestre fino al 2012.

Per lanciare il nuovo canale senza entrare in rotta di collisione con i regolatori europei, News Corp, dice il direttore finanziario Davey, deve ricorrerre all’affitto di frequenze altrui, nel caso quelle del Gruppo L’Espresso. Un accordo che, nota il Wall Street Journal, potrebbe far alzare più di un sopracciglio in Italia data la rivalità di lunga data fra De Benedetti e Berlusconi. “Ma noi siamo semplicemente noleggiatori di larghezza di banda. Si tratta solo di una relazione da cliente a cliente, non da azienda a azienda”.

06 Novembre 2009