Obama contro la censura: "Il web accessibile a tutti"

IL VIAGGIO IN CINA

Il presidente degli Stati Uniti nel suo incontro con gli studenti di Shanghai si è espresso a favore dell'Internet senza barriere e della libertà di informazione in qualità di diritto universale

di Mila Fiordalisi
"Il web deve essere accessibile a tutti". il presidente degli Stati Uniti Barack Obama in occasione del suo viaggio in Cina si è espresso a favore della libertà della Rete nel Paese in cui la censura è ancora all'ordine del giorno. Nel suo incontro con gli studenti di Shanghai, il presidente Usa ha detto di essere sempre stato "un forte sostenitore dell'utilizzo libero di Internet e sono fortemente convinto che non ci debba essere censura". "Maggiore è il flusso di informazione libera, più forte diventa la società".

"La libertà di informazione è un diritto universale", ha aggiunto Obama. "Non cerchiamo d'imporre nessun sistema di governo alle altre nazioni, ma non crediamo che i principi da noi promossi siano unicamente per la nostra nazione. Queste libertà di espressione, culto, di accesso all'informazione e di partecipazione politica riteniamo siano diritti universali. Devono essere disponibili per tutti, comprese le minoranze etniche e religiose, siano che si trovino negli Stati uniti, in Cina o in ogni altro paese".

16 Novembre 2009