Mediaset ricorre all'Antistrust contro la chiavetta Sky

RICORSO ALL'ANTITRUST

L'operazione, sostiene Mediaset, viola la normativa comunitaria e nazionale in materia di concorrenza e non rispetta gli impegni assunti nel 2003 da Newscorp

di Mila Fiordalisi
Mediaset ha presentato un esposto all'Antitrust in merito alla Digital Key di Sky Italia. Secondo Mediaset, l'operazione viola la normativa comunitaria e nazionale in materia di concorrenza e non rispetta gli impegni assunti nel 2003 da Newscorp in occasione della concentrazione delle attività di Telepiù e Stream.

Il fine della Digital Key - che non consente l'accesso né ai servizi interattivi né ai contenuti a pagamento - è quello di frenare la diffusione sul mercato di decoder che consentano di ricevere i programmi a pagamento e i servizi interattivi di altri operatori, sostiene Mediaset.  Sky contravviene inoltre all'impegno di non intraprendere ulteriori attività di Dtt  fino alla fine del 2011.
"Con la Digital Key utilizzerà l'offerta del Digitale Terrestre -  che avrebbe dovuto costituire l'alternativa al suo monopolio - come strumento di ulteriore rafforzamento di tale monopoli. Un risultato paradossale", conclude Mediaset.

Intanto il presidente dell'AgCom, Corrado Calabrò, a margine dell'audizione di oggi in commissione di Vigilanza sulle linee guida del nuovo contratto di servizio Rai ha assicurato che fino al 2012 - e quindi per tutta la durata del nuovo contratto - la Rai non potrà scendere con le proprie ammiraglie generaliste da Sky Italia.

"La Rai è tenuta a far sì che nella fase di passaggio dalle trasmissioni in tecnologia analogica a quella digitale l'intera programmazione delle reti generaliste già irradiate sulla rete terrestre analogica sia visibile su tutte le piattaforme tecnologiche", ha chiarito Calabrò.  Riguardo ll'ipotesi di abbandono della piattaforma di Murdoch nel 2011 Calabrò ha detto: "Valuteremo, molto dipenderà dalla copertura che sarà assicurata in quel momento da TivuSat".

17 Novembre 2009