Youtube lancia Direct. Le news dal produttore all'editore

INTERNET

Il videoporatle mette online un nuovo servizio di citizen journalism in collaborazione con l'Huffington Post

di Matteo Buffolo
YouTube, il popolare website di video in streaming di proprietà di Google, e alcuni importanti media americani hanno finalmente trovato il modo di allearsi, facendo passare, almeno per un giorno, in secondo piano le polemiche fra il motore di ricerca e i siti di news. Al centro dell’alleanza c’è YouTube Direct, un nuovo metodo per la gestione dei video inviati dai lettori che consentirà a Politico, al San Francisco Chronicle, all’Huffington Post e a Npr di mettersi in contatto con il “citizen journalism”, il giornalismo dei cittadini. La funzionalità, a disposizione da ieri, è uno strumento che renderà più facile per gli utenti far arrivare i loro video ai media, che a loro volta potranno selezionarli e pubblicarli.

Questa nuova iniziativa rappresenta un passo in avanti nella corsa di Youtube verso l’utile, visto che la compagnia acquistata da Google tempo fa per oltre un miliardo di dollari ha generato, nonostante la sua popolarità, soltanto perdite, in assenza di un modello di business preciso. Ultimamente però, tra gli accordi con televisioni e case di produzione, pubblicità e queste nuove iniziative, i conti sembrano migliorare. E potrebbero farlo anche se i politici e le imprese raccogliessero l’occasione per portare promuoversi in maniera alternativa: stando ai modelli immaginati da YouTube, infatti, lo strumento potrebbe essere utilizzato per sollecitare endorsment e spot user-generated.  Oltre che ovviamente a fornire video di prima mano delle notizie del giorno, come è accaduto, per esempio durante le proteste seguite alle elezioni iraniane.

18 Novembre 2009